Studenti perugini, wi-fi & e-mail per tutti

email.jpgL’Università di Perugia mette a disposizione dei propri studenti due nuovi servizi, quello di e-mail personalizzata e un sistema wi-fi di accesso ad Internet senza fili. Sono stati presentati a Palazzo Murena, nel corso di una conferenza stampa durante la quale sono state illustrate le iniziative dell’Ateneo per l’informatizzazione dei servizi e i nuovi sistemi di comunicazione via Internet.
Presenti il rettore Francesco Bistoni, Gaia Grossi, suo delegato per il settore informatico, e Amabile Fazio, presidente Consiglio degli studenti d’Ateneo. Il rettore – si legge in un comunicato dell’Università – ha sottolineato che i nuovi servizi informatici rientrano in un progetto di modernizzazione dell’Ateneo di Perugia, «che già oggi è ben posizionato nelle graduatorie stilate per le università italiane».
«Le iniziative già avviate e quelle progettate – ha detto Bistoni – hanno lo scopo di migliorare la qualità della comunicazione dell’Ateneo». Sulle caratteristiche dei nuovi servizi è intervenuta la Grossi, rilevando che con la e-mail personalizzata lo studente potrà avere in tempo reale tutte le informazioni amministrative ed anche quelle sulla didattica. In prospettiva potranno essere immesse in rete anche informazioni sull’attività di ricerca.
«Non è solo un cambiamento tecnologico importante per la semplificazione delle relazioni in ambito universitario – ha sottolineato la docente -, ma con la e-mail si può costruire una mentalità nuova per lo studente che ora dispone di una chiave di accesso in una stanza personale nelle relazioni in Internet».
Nel prossimo futuro, ha concluso il delegato del rettore per l’Informatica, avremo le iscrizioni e le verbalizzazioni online. Fazio ha espresso apprezzamento per i nuovi servizi, sottolineando che erano previsti in un accordo con il rettore legato al piano di riformulazione delle tasse universitarie.

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

All'ombra della Mole la prima Summer School multiculturale

Next Article

1.000 borse per liceali "esterofili"

Related Posts