All'ombra della Mole la prima Summer School multiculturale

multi.jpgA Torino, dove l’11% della popolazione cittadina è rappresentata da immigrati, nasce una scuola del tutto originale grazie alle sinergie tra mondo universitario e mondo delle organizzazioni internazionali. Dal 28 settembre al 9 ottobre 2009, presso la sede di Villa Gualino, si terrà la Turin International Summer School, una scuola estiva incentrata sul tema “Immigrazione – Sfide e Opportunità per l’Europa”.
Il capoluogo Piemontese sarà la prima città al mondo ad ospitare una Summer School su un tema di larga attualità quale il fenomeno delle migrazioni, organizzata congiuntamente da istituzioni ONU e dell’Unione Europea, offrendo a partecipanti provenienti da vari paesi del mondo l’occasione di approfondire i temi legati alle migrazioni.
La Scuola estiva, nata dalla collaborazione tra la Fondazione Europea per la Formazione (ETF), l’Istituto Interregionale delle Nazioni Unite per la Ricerca sul Crimine e la Giustizia (UNICRI), il Centro Internazionale di Formazione dell’ILO (ITCILO), l’Istituto Universitario di Studi Europei (IUSE) e dall’Università di Torino, in cooperazione con il Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’immigrazione (FIERI), e con il contributo della Compagnia di San Paolo, rappresenta un percorso formativo di approfondimento su un tema ritenuto prioritario dalla comunità internazionale e in particolare nel contesto dell’Unione Europea.
Docenti, esperti e funzionari, italiani e internazionali, analizzeranno e discuteranno i molteplici aspetti sociali, economici e giuridici connessi all’immigrazione. Il percorso formativo si focalizza sugli aspetti economici, legali e sociali dei flussi migratori nell’Unione Europea. In particolare il programma approfondirà le seguenti aree: politiche di immigrazione della UE, diritti e status legale degli immigrati nella UE, diritti civili degli immigrati, politiche di espulsione e reati nella UE, tratta di persone, relazioni esterne della UE e sviluppo delle risorse umane, sviluppo delle competenze nel contesto della migrazione legale, oltre i modelli di integrazione, Le seconde generazioni in Europa.
Il corso si rivolge a laureati e giovani professionisti. Le richieste di studenti iscritti all’ultimo anno di università saranno tuttavia prese in considerazione secondo criteri meritocratici. La lingua di lavoro delle lezioni è l’inglese. La Scuola estiva mette a disposizione un limitato numero di borse di studio, offerte dalla Compagnia di San Paolo, per studenti provenienti da aree diverse da Torino. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 21 Luglio 2009.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La Coop cerca staff a Biella

Next Article

Studenti perugini, wi-fi & e-mail per tutti

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".