Studenti in alternanza per conoscere le ricerche del CERN. Progetto dell'INFN

Progetto de alternanza scuola lavoro per gli studenti che conosceranno le ricerche effettuate dai fisici del Cern. l’iniziativa è gestita dall’Istituto nazionale di Fisica nucleare

Al via dal 1° marzo la tredicesima edizione delle Masterclass, l’iniziativa internazionale che porta quasi 3000 studenti delle scuole superiori di tutta Italia in un viaggio nel cuore della materia e alla scoperta dell’infinitamente piccolo. Saranno 600 gli studenti coinvolti a Milano e Roma.
Sono quasi 3000 gli studenti delle scuole superiori di tutta Italia che, in contemporanea con i loro coetanei di tutto il mondo, tra il 1° marzo e l’11 aprile potranno conoscere dal vivo come funzionano le ricerche dei fisici che lavorano al CERN, grazie all’iniziativa Masterclass, coordinata in Italia dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). I ragazzi si recheranno nelle università, a cominciare dall’Università di Milano (1 marzo) e Roma Tre (2 marzo), dove verranno accompagnati dai ricercatori in un viaggio nelle proprietà delle particelle ed esploreranno i segreti della grande macchina LHC (Large Hadron Collider), dove nel luglio 2012 è stato scoperto l’ormai celebre bosone di Higgs. In alcune università, inoltre, si svolgeranno anche delle Masterclass dedicate agli insegnanti.
Ogni università organizza una giornata di lezioni e seminari sugli argomenti fondamentali della fisica delle particelle, seguite da esercitazioni al computer su uno degli esperimenti dell’acceleratore di particelle LHC (ATLAS, CMS, ALICE o LHCb), dove nel tunnel di 27 km a 100 metri di profondità sotto la campagna fuori Ginevra, le particelle si scontrano quasi alla velocità della luce. I ragazzi potranno usare i veri dati provenienti da LHC, per simulare negli esercizi l’epocale scoperta dell’Higgs, ma anche quella dei bosoni W e Z (proprio quelli che nel 1984 valsero il premio Nobel a Carlo Rubbia) e di alcune particelle dotate di una proprietà di nome “stranezza”, oppure potranno esplorare la vita e le proprietà della particella D0. Alla fine della giornata, proprio come in una vera collaborazione di ricerca internazionale, gli studenti si collegheranno in una videoconferenza con i coetanei di tutto il mondo che hanno svolto gli stessi esercizi in altre università, per discutere insieme i risultati emersi dalle esercitazioni.
A Milano sono 200 gli studenti che parteciperanno alle Masterclass che, oltre che all’Università di Milano, in cui ci sarà una giornata anche il 23 marzo, si svolgono nell’Università di Milano-Bicocca il 9 marzo. Nel territorio romano sono coinvolte tutte e tre le università con la partecipazione di 400 studenti: dopo la giornata a Roma Tre del 2 marzo, dove se ne svolgerà un’altra il 22 marzo, è la volta della Sapienza (8 marzo) e poi di Tor Vergata (il 7 aprile). Ai Laboratori INFN di Frascati, invece, alla Masterclass è dedicata una settimana intera (dal 13 al 17 marzo).
L’iniziativa, giunta alla tredicesima edizione, fa parte delle Masterclass internazionali organizzate da IPPOG (International Particle Physics Outreach Group). Le Masterclass si svolgono contemporaneamente in 52 diverse nazioni, coinvolgono più di 200 tra i più prestigiosi enti di ricerca e università del mondo e più di 13.000 studenti delle scuole superiori. Per l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare sono presenti i Laboratori Nazionali di Frascati, il TIFPA di Trento e le sezioni di Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Cosenza, Ferrara, Firenze, Genova, Lecce, Milano, Milano-Bicocca, Napoli, Padova, Pavia, Perugia, Pisa, Sapienza Università di Roma, Roma Tor Vergata, Roma Tre, Torino, Trieste e Udine.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Giovani e Sud: A Napoli il Salone Internazionale. Due giorni per rilanciare il futuro dei ragazzi.

Next Article

La rassegna stampa di lunedì 27 febbraio

Related Posts
Leggi di più

Si studiano le materie STEM e solo per quattro anni: nasce il Liceo per la Transizione ecologica e digitale

Si chiamerà T.E.D. ed è il nuovo liceo pensato dal Ministero dell'Istruzione per formare e preparare i ragazzi alle sfide che la transizione ecologica e digitale impone anche nel nostro Paese. Le scuole interessate da questa novità sono 27 in tutta Italia e collaboreranno con le università e le aziende del Consorzio Elis. Per iscriversi c'è tempo fino al 28 gennaio.
Leggi di più

Scuole occupate, nessuna retromarcia sulle sanzioni agli studenti: “Ci sono 500mila euro di danni. Qualcuno deve pagarli”

Il direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale del Lazio, Rocco Pinneri, conferma la linea dura sulle denunce (e richiesta di risarcimento dei danni) nei confronti degli studenti che prima di Natale avevano occupato diversi istituti. "Una cosa è manifestare democraticamente, un'altra violare il diritto all'istruzione" ha detto. Oggi nuovo incontro con il movimento de "La Lupa".