Stagisti in Nissan con rimborso spese

Nissan, l’azienda automobilistica giapponese, apre le porte della filiale di Capena, vicino Roma, a stagisti che intendono portare a compimento un importante percorso formativo all’interno dell’azienda. Si tratta di un’esperienza semestrale che prevede un rimborso spese mensile pari a 650 euro e la possibilità di usufruire del servizio mensa gratuito. Il numero medio degli stagisti che l’azienda ha inserito nell’arco dell’anno 2008 è stato di 13 persone.
Lo stage è anche un ottimo modo per cominciare una carriera all’interno di Nissan: dopo il tirocinio, infatti, si valuta caso per caso in base a molteplici fattori tra cui la valutazione della prestazione dello stagista da parte del tutor aziendale e l’opportunità di inserimento di profili junior.
I requisiti per candidarsi sono una laurea in Economia, Giurisprudenza, Ingegneria o Scienze politiche unita a un’ottima conoscenza della lingua inglese e alla pratica del pacchetto Microsoft Office (Excel, Word, Power Point, Outlook). Le aree aziendali d’inserimento sono communications, customer quality & network management, finance & administration, LCV sales & marketing, marketing e sales.
Per candidarsi scrivere all’indirizzo email [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Esperti di nucleare, posizioni a Barcellona

Next Article

Il Campus Day apre l’A.A. del Bio-Medico

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.