Stage 4 talent: ingegneri ed informatici

Schermata 2013-04-23 a 10.07.22

Giovani diplomati, neolaureati e laureandi potranno entrare nel mondo del lavoro affiancando i professionisti Vitrociset

Il reclutamento per Vitrociset è basato sul talento. L’azienda, operativa nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ha attivato la sua ricerca di giovani risorse da inserire in team.

Ci sono diverse selezioni in corso, con decorrenza tra aprile e maggio, per le quali ci si può candidare su Roma e Capo San Lorenzo (Cagliari).

Nella Capitale c’è uno Stage Sistemi Informativi (Rif. STAGESIA_RM13) rivolto a diplomati in materie ad indirizzo economico-scientifico o laureati (triennale) in economia o ingegneria gestionale e uno Stage Neolaureato informatico o ingegneria informatica (Rif. STAGEINF_RM13) che come da denominazione è destinato a quanti abbiano conseguito il titolo specialistico nell’a.a. 2011/2012 e con votazione superiore ai 105/110.

In Sardegna le selezioni riguardano lo stesso Stage Neolaureato informatico o ingegneria informatica (Rif. STAGEINF_CSL13) e una ricerca per Tecnico di Sistema (Rif. NEO_CSL_13) esclusivamente riservata, però, alle categorie protette.

Gli interessati ambosessi devono inviare un dettagliato curriculum a [email protected] specificando il riferimento alla posizione di interesse.

Per consultare tutti gli annunci, comunque, si può seguire il percorso carriere-lavora con noi da qui:

www.vitrociset.it

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Denunciato 'Il collega universitario di merda'

Next Article

Samsung lancia l'ultimo galaxy, previsto record di utili

Related Posts
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.