Spara con una pistola ad aria compressa: “studenti fanno chiasso”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ieri mattina, alle 8, nel cortile di fronte la scuola media Ottoni Rosai, a Firenze, un ventisettenne è uscito sul balcone di casa e si è messo a sparare con una pistola ad aria compressa contro gli studenti dell’Istituto.

La causa scatenante: il chiasso degli studenti.

“Se non la smettete, vi sparo ancora”, ha detto. Un ragazzo di 14 anni è stato colpito alla testa ed è stato immediatamente trasportato verso l’ospedale pediatrico Meyer. La prognosi è di 3 giorni per un trauma cranico.

Nella casa del ventisettenne, disabile e disoccupato, oltre alla pistola ad aria compressa, anche alcune katane.

AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La RAI chiude "La storia siamo noi"

Next Article

Licenza media e corsi professionali per i rom: stanziati 20mila euro

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"