Andu, chi c’è dietro gli anti-ddl

Gli ‘analisti’ non smettono di interrogarsi sulla ‘vera’ natura del movimento degli studenti che si è opposto al DDL sull’Università…”

Gli ‘analisti’ non smettono di interrogarsi sulla ‘vera’ natura del movimento degli studenti che si è opposto al DDL sull’Università. Fanno confronti con i precedenti movimenti, ma in realtà sono  preoccupati principalmente di assicurarsi e di rassicurare che il movimento NON è in realtà contro il DDL, ma è l’espressione di un “disagio delle giovani generazioni; disagio per esprimere il quale la protesta contro la riforma universitaria ha rappresentato poco più che un PRETESTO.” Così scrive Sergio Luzzatto sul Sole 24-ore del 2 gennaio scorso. E per non lasciare dubbi sulla sua principale preoccupazione, Luzzatto scrive anche che “i movimenti studenteschi e giovanili che sono scesi nelle piazze contro il ministro Gelmini non hanno saputo riconoscere i singoli aspetti positivi della riforma universitaria.”

Ancora una volta, la tesi è: il movimento ha certamente ‘buoni’ motivi per esistere (e lì giù con analisi e confronti ‘sociologici’), ma tra questi non vi è – non deve esserci – quello per cui è nato, cioè l’opposizione a una legge che demolisce l’Università statale e la consegna a un gruppo di potenti che ne farà scempio. Insomma, il movimento può occuparsi di tutto, ma non dell’Università, a meno che non riconosca “i singoli aspetti positivi della riforma universitaria”. La verità è che coloro che hanno da sempre operato impunemente contro l’Università sono stati colti con le dita nella marmellata da un movimento che ha perfettamente riconosciuti i contenuti devastanti della loro legge e ha vissuto in diretta i modi con i quali le leggi sull’Università vengono imposte. E il terrore di questi potenti è che il movimento continui ad occuparsi della propria Università. Sarebbe la prima volta, finalmente.

Andu, Associazione Nazionale Docenti Universitari

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ingegnere: come e perchè.

Next Article

Educazione alla biodiversità

Related Posts
Leggi di più

Mascherine a scuola, cresce il fronte di chi vorrebbe toglierle subito: “Con questo caldo un’inutile crudeltà verso gli studenti”

Il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso (Lega) chiede al ministro Speranza di intervenire per modificare i protocolli e togliere l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione a scuola viste anche le temperature record di questi giorni. Anche le associazioni dei genitori chiedono la revoca ma gli esperti frenano: "E' ancora presto".
Leggi di più

Sesso con uno studente disabile: a processo una professoressa di sostegno

Si tratta di una docente di un istituto superiore in provincia di Firenze. I fatti risalgono al 2019 quando il ragazzo non era ancora maggiorenne. La donna, dopo il rapporto sessuale consumato all'interno dell'istituto scolastico, avrebbe chiesto allo studente di non raccontarlo a nessuno.
Leggi di più

Gli studenti rispondono a Bianchi: “Vergogna, bugiardo”

Non tarda a farsi sentire la reazione degli studenti alle dichiarazioni del Ministro, che ha dichiarato ieri di voler costruire una riforma della scuola in maniera “affettuosa". I sindacati verso lo sciopero del 30 maggio contro il decreto 36