"Se guardi la Minerva negli occhi vieni bocciato all'esame"

Di leggende metropolitane, in giro per il mondo, ce ne sono tante. Anche tra gli studenti. Ecco le due più famose in Italia.
Partiamo dalla Capitale, e dall’Università principe degli studenti romani: La Sapienza. Chi non è stato mai nella cittadella universitaria? Chi non ha avuto modo di passare, magari a piedi, nella piazza della Minerva, di osservare la sua splendida fontana, di fissare gli occhi sul suo sguardo maestoso che sembra venire dal passato? Secondo la leggenda, infatti, tutti gli studenti che si fermano a contemplare lo sguardo della Minerva verranno bocciati all’esame successivo. Mica noccioline.
In realtà esiste anche una seconda versione dei fatti, quella più soft, secondo cui se punti fisso i tuoi occhi in quelli della statua, lei ti restituisce il favore, facendoti l’occhiolino.
Ma le leggende alla Sapienza non finiscono qui. E ce ne sono, per fortuna, anche di incoraggianti. Come il tunnel del fiori, all’ingresso della cittadella universitaria: la credenza popolare narra che chi attraversa il tunnel nel verso giusto arriverà senza problemi alla laurea. Meglio così.
Anche a Bologna, in fatto di leggende universitarie, non stanno messi male. Celebre la storia che vuole lo studente bocciato agli esami se sale in cima alla Torre degli Asinelli. Qualcuno rincara pure la dose, aggiungendo che, quel temerario studente che sale fin su, non arriverà mai alla laurea. Stesso discorso se attraversi in diagonale piazza Maggiore.
“Io ho fatto entrambe le cose e mi sono laureato in corso con 110 e lode” racconta Gianluca. “Vado spesso alla Sapienza, non ci credo, ma preferisco non guardarla negli occhi” – commenta Mariella. Insomma, che ci crediate o no, meglio evitare spiacevoli incontri.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, oggi manifestazione a Roma e sit-in davanti il Parlamento

Next Article

Addio Tfa e percorsi abilitanti: ecco come si diventerà insegnanti con La Buona Scuola

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".