Scuola, con la card docente acquistabili anche webcam e microfoni

Per incentivare ancora di più l’e-learning la ministra Lucia Azzolina amplia le categorie di hardware da acquistare con il bonus da 500 euro. Sempre esclusi gli smartphone

Webcam, microfoni, hotspot. Sono alcuni degli strumenti che i docenti possono utilizzare per la didattica a distanza e che, fino al 31 marzo, possono essere acquistati con il “bonus professori”. Lo ha deciso la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, per spingere ancora di più gli insegnanti a cimentarsi con l’e-learning: l’unico modo per mantenere un filo con i ragazzi costretti a casa dall’emergenza Covid-19. Ma – ricordano da viale Trastevere – resta vietato l’acquisto di smartphone con la card da 500 euro annui.

Il ministero spera di incentivare l’attitudine che gli insegnanti hanno già dimostrato: utilizzare i 500 euro del bonus docenti – introdotti dalla legge sulla Buona Scuola per finanziare la formazione dei prof – per acquistare soprattutto hardware.
Stando agli ultimi dati, infatti,su 310 milioni di acquisti “validati” dal ministero nell’anno scolastico 2018/2019 ben 210 milioni su 315 spesi complessivamente riguardavano Pc, tablet e altri apparecchi informatici. Pari al 66,6%, cioè i due terzi esatti. Una tendenza in atto anche nel 2019/2020 se consideriamo che su 134 milioni”validati” per hardware e software se ne sono andati circa 83 (il 61,9%).

Con le attività didattiche sospese in tutta Italia fino al 3 aprile l’unico modo per mantenere un contatto con gli studenti è affidarsi alla teledidattica. Che, come ha ricordato di recente il ministero, soprattutto alle elementari non può limitarsi a inviare dei compiti in chat o attraverso il registro elettronico. Per incentivare i prof a registrare lezioni o a tenerle live la ministra Lucia Azzolina ha deciso di ampliare la loro dotazione di hardware e software utilizzabile da remoto. Con i 500 euro della card oltre a Pc, tablet stampanti i docenti possono ora comprare – fino al 31 marzo – anche webcam e microfoni, penne touch screen, scanner e hotspot portatili.

L’acquisto di smartphone resta vietato
Contestualmente il ministero ha anche aggiornato le Faq sull’utilizzo del bonus con l’indicazione delle nuove categorie di beni aquistabili. Nulla muta invece per gli smartphone ed eventuali abbonamenti a linea Adsl o in fibra: non potranno essere acquistati con la card docente. A vietarlo era ed è la legge.

ilsole24ore

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, genitori e studenti preoccupati: «Maturità e valutazioni sono delle incognite»

Next Article

#andràtuttobene, e il disegno della scuola d’infanzia di Mattarello diventa subito virale

Related Posts
Leggi di più

Legge sul reclutamento dei docenti: la formazione porterà nelle tasche dei prof più di 6mila euro

Ok al decreto sul Pnrr 2 che individua le nuove regole sul nuovo sistema di formazione per la classe docente: i tecnici del Senato hanno ipotizzato che chi porterà a termine il percorso di aggiornamento avrà un aumento una tantum di circa 6100 euro lordi. Intanto domani nuovo incontro sul rinnovo del contratto collettivo: si va verso un riconoscimento in busta paga di 50 euro netti per tutti.