Scientific meeting a Bari

Dal 24 al 27 febbraio, medici e scienziati di chiara fama internazionale, provenienti dall’area del mediterraneo e dall’europa centro-orientale presenteranno i vari risultati della ricerca biomedica.

All’università degli studi di Bari “Aldo Moro”, presso la facoltà di medicina, si terrà il 44°Annual Scientific Meeting of the European Society for Clinical Investigation.
Dal 24 al 27 febbraio, medici e scienziati di chiara fama internazionale, provenienti dall’area del mediterraneo e dall’europa centro-orientale presenteranno i vari risultati della ricerca biomedica.
Verranno affrontati diversi temi quali la gastroenterologia, l’alimentazione, l’endocrinologia, il metabolismo, il diabete, l’immunologia, l’oncologia, le cellule staminali, la reumatologia e le malattie cardiovascolari a dimostrazione della profonda interdisciplinarietà degli studi.
Ricerca transnazionale, interdisciplinarietà, scambi culturali, metodologie integrate sono le principali esigenze della scienza moderna. Il congresso cerca di rispondere a queste necessità al fine di far condividere e integrare le scoperte e i successi realizzati nei differenti campi medici attraverso 12 workshop in lingua inglese, conferenze plenarie e mostre.
Nella giornata del 26 febbraio, inoltre, saranno inoltre premiati due giovani ricercatori con i premi “2010 esci award for excellence in basic/translational research” e “2010 esci award for excellence in clinical research”.
Per partecipare è necessaria la prenotazione presso l’ospedale policlinico di Bari o attraverso il modulo presente sul sito www.meeting-planner.it
Ulteriori dettagli del programma sono disponibili al sito www.esci.eu.com.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Change Erasmus all'Uniud

Next Article

Forlì: a lezione nel week end

Related Posts
Leggi di più

Film horror in una scuola media: studenti svenuti

È accaduto in una scuola di Cremona durante una supplenza. Proiettata la pellicola "Terrifier" vietata ai minori: gli alunni più sensibili hanno accusato malori e nausea. Lettera di protesta inviata al preside