Sapienza, bilancio positivo per la Scuola di studi avanzati

A quasi un anno dall’inaugurazione della Scuola Superiore di studi avanzati e Foresteria della Sapienza di Roma, il Direttore Alessandro Schiesaro presenta un bilancio positivo delle attività svolte.

A quasi un anno dall’inaugurazione della Scuola Superiore di studi avanzati e Foresteria della Sapienza di Roma, il Direttore Alessandro Schiesaro presenta un bilancio positivo delle attività svolte. Una formazione sempre più interdisciplinare per il brillanti diplomati che scelgono di affrontare un percorso di studi articolato finalizzato al progresso della scienza e alla valorizzazione dei giovani secondo criteri di merito.

“Abbiamo fortemente voluto la costituzione della Scuola” ha infatti dichiarato il direttore, una scuola che pone al centro lo studente anche grazie alla foresteria dove giovani e visiting professor sono ospitati, invitati quindi a un confronto costante che arricchisce il panorama della preparazione disciplinare. “Vivere nella scuola – ha spiegato Schiesaro – è parte integrante del processo di apprendimento. Gli studenti imparano molto di più avendo la possibilità di vivere insieme e quindi confrontarsi su temi si studio, programmi”.

Sono quattro le aree accademiche proposte: scienze giuridiche, politiche, economiche e sociali; scienze della vita; scienze e tecnologie; studi umanistici a cui potranno accedere studenti particolarmente preparati che hanno conseguito almeno 95/100 all’esame di maturità. Particolari le prove di ammissione che vedono gli studenti cimentarsi anche in quelle materie che non costituiranno la scelta di percorso accademico. “Un modo per far interagire ancor più fortemente i diversi aspetti della conoscenza” ha dichiarato il professore.

Trascorrere l’estate a leggere libri che trattino argomenti che non si conoscono è il consiglio del direttore Schiesaro per tutti i giovani diplomati che intendono continuare gli studi con un percorso di eccellenza.

Martina Gaudino

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Da Salerno alle Olimpiadi

Next Article

Tasse ai fuoricorso, Profumo: "Aumento pari ad un caffè al giorno"

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".