Salerno per i giovani

Salerno ospiterà dal 13 al 18 aprile ”Linea d’Ombra – Festival delle culture giovani”

Salerno sarà ancora una volta la capitale della creatività. Ospiterà, infatti, dal 13 al 18 aprile ”Linea d’Ombra – Festival delle culture giovani”.
L’evento, giunto alla sua XV edizione, vuole mettere in risalto la volontà della città di diventare centro culturale per i giovani, offrendo l’opportunità di uno scambio di esperienze e un incontro di diverse culture.
Il cinema e la musica saranno gli elementi chiave del festival, che ben si legano all’identità, tema dell’edizione. All’interno della manifestazione saranno promossi workshop a numero chiuso e seminari, riguardanti soprattutto il binomio “cinema – identità” e la musica come una delle forme più espressive per i giovani (per maggiori informazioni visita il sito www.festivalculturegiovani.it).
Per il cinema, ci saranno diverse sezioni. “Passaggi d’Europa”, nella quale saranno presentati alcuni lungometraggi di giovani autori europei e “Corto Europa” che vedrà in gara 20 cortometraggi sono solo due dei concorsi presenti. Ci saranno inoltre, fuori concorso, l’ anteprima di due opere scelte nel panorama internazionale e un omaggio al cinema rumeno contemporaneo che terminerà con un approfondimento: “Identità a confronto: Italia – Romania andata e ritorno”.
Altro evento interessante sarà “La notte dei mutanti” che prevede, per circa cento spettatori, la visione di alcuni film per un’intera notte. Al termine saranno poste delle domande e il vincitore avrà in premio 500 euro (le iscrizioni termineranno il 13 aprile).
La manifestazione è organizzata in collaborazione con alcuni istituti superiori campani. A tal proposito c’è una sezione chiamata “Progetto Scuole”, che mette in primo piano gli studenti e che prevede la visione, da parte di questi, di tre film legati al tema dell’evento.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Fano: formazione per elettrauto

Next Article

Saperi a confronto

Related Posts
Leggi di più

Regalo di Natale al ministro Valditara: 500mila euro in più per il suo staff grazie ai tagli alla didattica

Un emendamento presentato dall'ex sottosegretario Rossano Sasso stanzia ulteriori 480mila euro per consulenti e collaboratori del Ministero dell'Istruzione. Soldi che verranno prelevati dal fondo per la didattica previsto dalla legge sulla Buona Scuola del 2015. Le opposizioni gridano allo scandalo ma da Viale Trastevere provano a gettare acqua sul fuoco: "Spese in linea con gli anni precedenti".