Revolution Camp, più di 500 studenti si radunano a Paestum

revolution camp paestum

Revolution Camp a Paestum E’ iniziato da qualche giorno il Revolution Camp, il campeggio organizzato dall’UDU e dalla Rete degli Studenti Medi che ogni anno vede la partecipazione di centinaia di studenti provenienti da tutta Italia.

Le giornate sono scandite da workshop di formazione su diritto allo studio, didattica, rappresentanza e numero chiuso insieme a relatori del panorama universitario, politico e sindacale italiano; da conferenze serali con ospiti come la Segretaria Generale della CGIL Susanna Camusso, la Ministra dell’università e della ricerca Maria Chiara Carrozza, la Ministra per l’integrazione e le politiche giovanili Cecile Kyenge, il segretario nazionale del PD Guglielmo Epifani e tanti altri, e da concerti notturni di artisti del calibro di Roy Paci, Radici nel Cemento e tanti altri.

Michele Orezzi, coordinatore nazionale dell’UDU, e Daniele Lanni, portavoce nazionale della Rete degli Studenti Medi, dichiarano: “ siamo davvero entusiasti dell’altissima partecipazione degli studenti al Revolution Camp. Ogni anno per noi il campeggio è un momento importantissimo di formazione per tutti gli studenti che si avvicinano al sindacato studentesco, nonché momento di confronto con le personalità del mondo sindacale, politico ed istituzionale del nostro Paese.”

Continuano: “ E’ stato molto interessante il confronto sulla condizione giovanile e su come uscire dalla crisi con Susanna Camusso, cosi come è stato utile, per noi studenti, incalzare la Ministra Carrozza sui temi caldi della scuola e dell’università, tra cui la dispersone scolastica, il diritto allo studio, e il numero chiuso. Siamo anche lieti che la Ministra Kyenge abbia accettato il nostro invito per giorno 2 agosto nonostante il periodo complicato che sta affrontando a causa dei continui attacchi razzisti alla sua persona”

Concludono Orezzi e Lanni: “ il campeggio rappresenta la conclusione del lavoro svolto durante quest’anno ma anche l’inizio della programmazione per la prossima stagione sempre all’insegna della difesa dei diritti degli studenti.”

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Horizon 2020, Carrozza nomina i 14 rappresentanti italiani

Next Article

Da quest'anno alla Cattolica, medicina in lingua inglese

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale