Università di Bergamo, nuovo rettore Cavalieri presenta la squadra dell’ateneo

“Interrogarsi sul futuro, formare le nuove generazioni perché siano in grado di avere una coscienza critica in grado di interpretare e gestire i fenomeni di cambiamento, ma soprattutto di essere voce matura e responsabile per una crescita coesa e armonica della società”

Con la consegna del tocco rettorale è avvenuto oggi passaggio di consegne tra il Prof. Remo Morzenti Pellegrini e il Prof. Sergio Cavalieri, nuovo rettore dell’Università di Bergamo, alla presenza della comunità accademica riunita in Aula Magna e collegata da remoto. Il vincitore delle elezioni universitarie, che guiderà l’Ateneo orobico per i prossimi sei anni, ha colto l’occasione per presentare la “squadra” di governo dell’Ateneo.

Le direttrici di Cavalieri

Consolidare UniBg nel panorama nazionale e internazionale nella sua missione di università impegnata nell’aprire e disegnare le nuove frontiere della formazione e del sapere favorendo un dialogo aperto tra tutte le componenti dell’Ateneo, in accordo con le istituzioni e con il territorio, rivolgendo lo sguardo al mondo. E’ la sintesi dell’orientamento strategico che il neo-rettore Sergio Cavalieri intende imprimere al suo mandato: “Grazie alla visione, alla lungimiranza e al pragmatismo dei colleghi che hanno assunto prima di me le responsabilità politiche dell’Ateneo nel corso degli oltre cinquant’anni della sua storia, prendo in mano una realtà solida dal punto di vista finanziario e già ben proiettata per raccogliere le nuove sfide che ci attendono”.

Il passaggio di nomina

I ringraiamenti, poi, al precedente rettore Remo Morzenti Pellegrini, in carica dal 2015: “Gli interventi messi in atto sul fronte strutturale e infrastrutturale, attraverso il potenziamento dell’organico di personale e gli investimenti immobiliari, rappresentano un viatico sicuro per poter intraprendere con ancora maggiore decisione dei percorsi nuovi”, ha continuato Cavalieri durante la cerimonia di presentazione della squadra. “Opererò perché UniBG possa sempre di più contribuire ad aprire nuove frontiere, a interrogarsi sul futuro, direi più propriamente “i futuri” della nostra società, e a formare le nuove generazioni perché siano in grado di avere una coscienza critica in grado di  interpretare e gestire i fenomeni di cambiamento, ma soprattutto di essere voce matura e responsabile per una crescita coesa e armonica della società”.

Il Prof. Pellegrini durante il passaggio di nomina ha aggiunto: “Sono certo che il mio successore, il Prof. Sergio Cavalieri, continuerà a valorizzare le nostre risorse umane e a raccogliere con entusiasmo e passione le sfide del prossimo futuro. Gli auguro buon lavoro, certo che tutelerà UniBg nella sua identità dinamica e accogliente”.

La squadra del rettore Cavalieri

Il Rettore Sergio Cavalieri ha successivamente presentato la squadra di prorettori che lo affiancheranno per tutto il suo mandato. Alla prof.ssa Prof.ssa Piera Molinelli il compito di essere al suo fianco nella guida dell’Ateneo come Prorettrice Vicaria con delega alla valorizzazione del personale tecnico-amministrativo. Alla didattica, orientamento e placement, invece, il prof. Adolfo Scotto di Luzio; obiettivi della delega sono la promozione e il coordinamento delle attività didattiche di Ateneo e la verifica dei risultati, nonché la valutazione della qualità della didattica.

Sono parte della delega i servizi di affiancamento al corpo docente per l’aggiornamento delle competenze nell’insegnamento e lo sviluppo e la gestione di tutti i servizi di accompagnamento a studentesse e studenti lungo l’intero arco dell’esperienza educativa presso l’Ateneo, dall’orientamento in entrata fino all’inserimento nel mondo del lavoro. All’interno di questa delega prorettorale è prevista anche la delega ai rapporti con studentesse e studenti, attribuita al Prof. Gabriele Cocco, quale raccordo tra le attività delle commissioni paritetiche e in dialogo costante e diretto con la Consulta degli Studenti.  

Ricerca, innovazione e terza missione

Al Prof. Silvio Vismara è stata attribuita la delega prorettorale alla ricerca scientifica con l’obiettivo di coordinare le politiche di supporto della ricerca di Ateneo, di indirizzo delle attività del Sistema Bibliotecario di Ateneo, di promozione e finanziamento di progetti di ricerca nella dimensione nazionale e internazionale e attraverso modalità interdisciplinari, di concerto con i Dipartimenti e i Centri di Ateneo.

Prorettrice alla terza missione e ai rapporti con il territorio è la Prof.ssa Elisabetta Bani. Obiettivo della delega è di sovrintendere a tutte le attività strategiche della terza missione dell’Ateneo, comprensive delle dimensioni di trasferimento tecnologico, valorizzazione della ricerca e public engagement, con particolare riferimento alla gestione dei rapporti con enti, istituzioni e associazioni del territorio.

Alla Prof.ssa Daniela Andreini è stata affidata la delega prorettorale all’innovazione e transizione digitale dei processi e dei servizi di Ateneo – obiettivo della delega è sovrintendere alla individuazione, progettazione e realizzazione di soluzioni migliorative dei processi gestionali e organizzativi interni dell’Ateneo, nonché delle modalità di erogazione di servizi indirizzati agli studenti e agli attori del mondo economico, sociale e culturale, attraverso una loro progressiva digitalizzazione.

Internazionalizzazione, walfere e progettazione

La Prof.ssa Flaminia Nicora è la nuova prorettrice all’internazionalizzazione con l’obiettivo di promuovere e sviluppare le attività connesse all’internazionalizzazione di ricerca, didattica e terza missione di Ateneo, al fine di favorire la crescita delle relazioni con Atenei e Centri di Ricerca Internazionali e sostenere la mobilità, in uscita e in ingresso, di studenti e docenti.

Alla Prof.ssa Annalisa Cristini è stata affidata la delega prorettorale al welfare e allo sviluppo sostenibile con l’obiettivo di concepire e realizzare un sistema di welfare di Ateneo che integri le diverse prospettive di inclusività, equità, parità di genere, benessere organizzativo, responsabilità sociale, qualità ambientale e mobilità responsabile secondo un modello organico di sviluppo sostenibile e inclusivo. All’interno di questa delega prorettorale sono state individuate due deleghe specifiche: rispettivamente, alla Prof.ssa Anna Lorenzetti la delega alle Politiche di genere relativa alla promozione delle pari opportunità in ragione del genere appunto, mentre alla Prof.ssa Serenella Besio è stata affidata la delega alle Politiche su disabilità e diversità, relativa al riconoscimento dei diritti delle persone con disabilità e alla valorizzazione delle differenze.

La delega prorettorale alla progettazione partecipata di Ateneo, il cui obiettivo è la promozione della partecipazione ai processi decisionali dell’Università – attraverso la valorizzazione delle competenze e del senso di appartenenza della comunità universitaria di Ateneo, la progettazione partecipata del piano strategico e il coordinamento di tavoli tematici interdisciplinari – è stata attribuita al Prof. Stefano Tomelleri

Comunicazione, bilancio e gestione del patrimonio

Prorettrice alla comunicazione e immagine di Ateneo è la Prof.ssa Francesca Pasquali, con l’obiettivo di promuovere azioni di dialogo volte a garantire una comunicazione interna efficace e trasparente rivolta a tutta la comunità accademica, nonché curare le modalità e i canali di comunicazione con l’esterno, inclusa la gestione dell’immagine dell’Ateneo.

La Prof.ssa Maria Francesca Sicilia assume la delega prorettorale alla programmazione e al bilancio dell’Ateneo, con l’impegno a valorizzare appieno le risorse economiche, finanziarie e patrimoniali dell’Ateneo. Infine al Prof. Paolo Riva è stata affidata la delega alla valorizzazione e gestione del patrimonio immobiliare. Obiettivo della delega è operare un’adeguata programmazione strategica e di pianificazione, gestione e manutenzione pluriennale dei beni immobiliari dell’Ateneo e di monitoraggio del loro ciclo di vita.

Leggi anche:

Total
13
Shares
Lascia un commento
Previous Article
Trasferirsi in Germania

Borse per corsi estivi universitari in Germania DAAD - Scadenza 1° Dicembre

Next Article

Mattarella: "Disabilità, Italia ritarda per mentalità"

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".