Regione Toscana: bando di Servizio Civile per 2.034 giovani

servizio civile

Servizio Civile – Pubblicato il primo bando regionale in Toscana. Si aspettano nei prossimi giorni tutti gli altri. Per i vincitori del concorso 12 mesi di volontariato con 433 euro mensili di rimborso spese

 

Arriva dalla Regione Toscana il primo bando di Servizio Civile per l’anno 2013 – 2014: opportunità di un anno di volontariato civile per 2.034 ragazzi.

Requisiti per partecipare al progetto: avere tra i 18 e i 30 anni al momento della presentazione della domanda, essere residenti in Toscana e non risultare esclusi dalle liste elettorali.

Saranno esclusi, invece, i ragazzi che hanno già svolto il Servizio Civile, quelli che hanno fatto domanda nei mesi di giugno e luglio al progetto “Ecco Fatto” e sono risultati idonei, e coloro che hanno avuto rapporti lavorativi nell’ultimo anno con l’ente presso cui intendono svolgere l’anno di volontariato.

I candidati che risulteranno vincitori svolgeranno 12 mesi di volontariato civile e percepiranno un rimborso spese pari a 433 euro mensili.

I progetti sono suddivisi in quattro aree tematiche: “generale” (1.673 posti); “amministrazione della giustizia” (199 posti); “immigrazione” (50 posti); “Carta Sanitaria Elettronica” (112 posti).

Per maggiori informazioni sui singoli progetti, sulle mansioni da svolgere e gli obiettivi da realizzare, i candidati dovranno contattare direttamente l’ente promotore. Si può presentare domanda per un solo progetto; coloro che presenteranno più di una richiesta verranno automaticamente esclusi da tutte le selezioni.

A questo link potete scaricare il bando, mentre per avere maggiori informazioni potete contattare:

Regione Toscana – Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e coesione Sociale – Settore politiche di Welfare regionale e cultura della legalità – Via di Novoli, 26 – 50127 Firenze; Tel. 055/4385147 – 0554383421 – 0554385016 – 0554384208– fax 055/4385103

Oppure: Ufficio Giovanisì – Piazza Duomo 10, – 50122 Firenze – [email protected] – Numero verde 800 098 719 Lunedi – Venerdi 9.30–16.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

"Cerco posto letto a Roma (in nero)": l'inchiesta di CorriereUniv sul mondo degli affitti

Next Article

Pietro Coletta, specializzando in medicina: dall'Università delle Marche in Sierra Leone per Emergency

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.