Pronti 200 mila astronauti per colonizzare Marte: al via la missione Mars One

Mars one

Missione Mars OneChiuse le candidature per partecipare alla spedizione che partirà nel 2023 alla volta del pianeta rosso. Entro il 2015 verranno selezionati 10 team di quattro persone: per loro un allenamento di sette anni prima del viaggio

 

Sono migliaia gli aspiranti colonizzatori di Marte che hanno risposto all’annuncio dell’organizzazione spaziale privata Mars One, alla ricerca del team di astronauti che metterà piede sul pianeta rosso nel 2023. In appena cinque mesi, infatti, ben 202.586 persone hanno proposto la loro candidatura online per partecipare alla missione marziana e lasciare il nostro pianeta.

Potenziali astronauti venuti da tutto il mondo: 140 nazionalità diverse, con una forte prevalenza di statunitensi (24 %) seguiti da indiani (10 %), cinesi (6 %) e brasiliani (5 %). I candidati italiani, con 2.070 domande e un ventesimo posto sui 140 paesi, non sono stati pochi. Ma i posti a disposizione sono solo 40 e la competizione per salire a bordo della prima navetta destinata ad atterrare su Marte sarà durissima: la Commissione Mars One selezionerà i futuri coloni marziani nei prossimi due anni, dividendoli in tre turni, il primo dei quali si terrà nel 2014.

Entro il 2015 è prevista la costituzione di 6 – 10 squadre composte ciascuna di 4 membri che cominceranno un programma di formazione a tempo pieno della durata di sette anni. Una di questi team partirà poi nel 2023 per colonizzare Marte. Al momento, però non è previsto alcun viaggio di ritorno.

La missione, infatti, prevede la costruzione di una vera e propria colonia stabile sul pianeta rosso, rifornita ogni due anni di tutto il necessario per la sopravvivenza su un corpo celeste.

Comincia una grande avventura, allora, e un nuovo passo per la ricerca scientifica, ma chissà che gran parte delle candidature non siano state fatte per sognare e allontanarsi, anche solo con il pensiero, dallo stress delle fatiche quotidiane.

DI

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Storia delle mafie, all'Università di Pavia parte uno dei corsi più attesi dagli studenti

Next Article

Roma: primo giorno di scuola con i topi

Related Posts
Leggi di più

Si laurea in autogrill pur di andare allo stadio a vedere una partita di Coppa Italia

Massimo Vitti, tifosissimo del Bari, non ha voluto rinunciare alla trasferta di Parma nonostante fosse già in programma la sua proclamazione a dottore in Economia Aziendale. Si è fermato in una stazione di servizio per collegarsi con l'università in videochiamata: alla fine il voto di laurea è stato di 82 su 110 mentre il Bari ha perso ed è stato eliminato dal torneo.