Progetto professionalità

progetto-professionalta.jpgDa un decennio la Fondazione Banca del Monte di Lombardia, attraverso il “Progetto Professio­nalità Ivano Becchi”, offre ai giovani lombardi una straordinaria opportunità di qualificazione mirata ad una concreta crescita professionale.
Anche quest’anno, i 25 giovani che avranno presentato i progetti più innovativi ed interessanti, po­tranno intraprendere, in Italia o all’estero, i percorsi professionali che consentiranno loro un salto di qualità nella loro vita professionale.
Il Progetto Professionalità riserva questa opportunità a giovani di età compresa tra i 18 ed i 36 anni, già inseriti nel mondo del lavoro e residenti in Lombardia o occupati in aziende ubicate nella regione. Altri requisiti sono la cittadinanza italiana e la conoscenza della lingua straniera rilevante per il percorso scelto o, in alternativa, la lingua inglese.
Per accedere alla selezione i candidati dovranno presentare i loro progetti entro il 20 novembre, utilizzando il sito della Fondazione.
“Il successo dell’iniziativa – spiega il Prof. Giorgio Goggi, coordinatore del progetto – si deve ad una formula originale che in dieci anni, attraverso un investimento superiore a 5 milioni di euro, ha consentito a più di 180 giovani lombardi, di coronare il loro sogno, accedendo ad un percorso formativo che loro stessi hanno progettato e, quindi, in in linea con le loro aspet­tative”.
Naturalmente tutti gli oneri economici sono a carico della Fondazione Banca del Monte di Lom­bardia che, anche con questa iniziativa, offre il proprio contributo allo sviluppo del territorio ed alla promozione delle sue migliori risorse.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Cassino, in ballo Assegni da dottori

Next Article

260 posti per segretari comunali

Related Posts
Leggi di più

Altro che tesoro! In Italia chi trova un amico… trova un lavoro

Secondo un'indagine Inapp-Plus negli ultimi dieci anni quasi un lavoratore su quattro ha trovato occupazione tramite amici, parenti o conoscenti. Solo il 9% grazie a contatti stabiliti nell'ambiente lavorativo. Un sistema che ha delle ripercussioni anche su stipendi e mansioni (al ribasso).