Progetto Job Creation: borse da 2.500 euro per trovare lavoro all'estero

Opportunità di lavoro all’estero per giovani diplomati con Job Creation. il progetto, sostenuto da Eures e dalla Comunità Europea, giunto ormai alla sua quarta edizione, mira a sostenere e promuovere esperienze di lavoro o stage all’estero per dieci giovani talenti europei diplomati o laureati.
Il concorso assegna 10 sovvenzioni a parziale copertura delle spese varie ed eventuali di soggiorno, trasferta, corsi di lingua o altro, a sostegno di giovani europei disoccupati che abbiano individuato una comprovata esperienza lavorativa o stage di almeno 4 mesi all’estero, che sia partita non prima del 1° settembre 2015 o abbia un inizio
previsto entro il 30 giugno 2016.
Per partecipare a Job Creation occorre avere un’età compresa tra i 18 e i 30 anni, possedere il diploma di scuola superiore, non aver svolto altri impieghi lavorativi in un paese della Ue diverso da quello di nascita, essere regolarmente iscritti presso il proprio centro per l’impiego.
Chiaramente anche il possesso di contratto di lavoro o di un’offerta di tirocinio anche in forma di dichiarazione
sostitutiva da parte di un datore di lavoro, la cui sede si trovi un paese europeo o extraeuropeo diverso da quello in cui il candidato ha la residenza o la cittadinanza è uno dei requisiti minimi per partecipare a Job Creation.
Ai candidati selezionati verrà corrisposto un contributo in forma di borsa di studio del valore di 2.500 euro. La scadenza per proporre le vostre candidature è fissata al 31 dicembre 2015.
Maggiori informazioni le potete trovare scaricando il bando ufficiale del progetto Job Creation.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

"Vai al college", il rap di Michelle Obama per rilanciare l'Università

Next Article

AGCOM cerca un responsabile con laurea in comunicazione

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.