Primo congresso nazionale dei docenti di grafica d’arte delle accademie italiane

corriereuniv

Ha inizio oggi, presso l’Istituto Nazionale per la Grafica in via Poli 54 a Roma, il primo congresso nazionale dei docenti di grafica d’arte delle accademie di belle arti italiane.

L’iniziativa si colloca nel contesto delle Giornate Europee del Patrimonio 2013 ed è curata da Maria Antonella Fusco, dirigente dell’Istituto Nazionale per la Grafica e da Giovanna Cassese, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Il congresso, che avrà tra i relatori docenti, artisti, storici dell’arte, calcografi, vuole sostenere, in linea con la missione istituzionale dell’ING la ricerca e sperimentazione sull’incisione contemporanea, anche in relazione al collezionismo di matrici e stampe antiche.

In separate sessioni di lavoro si affronteranno linguaggi, tecniche, metodologie didattiche e operative, ma anche strategie di relazione con le stamperie d’arte sul territorio. Due le polarità tematiche attorno a cui si articoleranno le testimonianze e le proposte degli esperti, riuniti presso la Sala Dante dell’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma: La didattica della Grafica d’Arte. Tradizione e innovazione metodologica –Orizzonti post-accademici. Le professioni dell’incisore.

Gli atti del Congresso, integrati da contributi di varia natura (tra cui una ricognizione sulle stamperie d’arte e sulle Scuole di Grafica nelle Accademie di Belle Arti in Italia) saranno riuniti in un volume edito da arte’m. Contemporaneamente al Congresso sarà inaugurata una mostra collettiva dei diplomati delle Accademie al piano terra di Palazzo Poli.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Rapporto Ipcc - C'è la prova definitiva: è l'uomo che cambia il clima

Next Article

Un bollettino da 160 euro: benvenuti nella giungla delle tasse universitarie. "Un giro d'affari da 14 milioni di euro"

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".