Premio Scuola Digitale 2021

Terza edizione del Premio Scuola Digitale per favorire l’eccellenza e il protagonismo delle scuole e degli studenti nell’innovazione didattica e digitale

Il Ministero dell’Istruzione – Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale – promuove la terza edizione del Premio Scuola Digitale per favorire l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane e degli studenti nel settore dell’innovazione didattica e digitale.


Il Premio Scuola Digitale 2021 intende valorizzare progetti e iniziative delle scuole, che propongano modelli innovativi e buone pratiche di didattica digitale integrata, svolti negli anni scolastici 2019-2020 e 2020-2021.

Il Premio Scuola Digitale 2021 prevede una fase provinciale/territoriale, una regionale e una nazionale e si compone di tre sezioni, la prima riservata alle scuole del primo ciclo, la seconda alle scuole del secondo ciclo, la terza ai Centri provinciali per l’istruzione degli adulti.

Premio Scuola Digitale 2021


ART. 1 – MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

Possono presentare domanda di partecipazione al Premio Scuola Digitale 2021 le istituzioni scolastiche ed educative del primo e del secondo ciclo di istruzione e i centri di provinciali per l’istruzione degli adulti, attraverso la candidatura di un solo progetto di innovazione digitale, che non sia già stato presentato e/o premiato in altri concorsi.

Le scuole possono candidare progetti e iniziative, svolti o in corso di svolgimento, che propongano modelli innovativi e buone pratiche di didattica digitale integrata, anche sperimentati durante l’emergenza epidemiologica, in grado di produrre un significativo impatto sull’apprendimento delle competenze digitali, favorendo la produzione di contenuti didattici digitali e la partecipazione attiva delle studentesse e degli studenti.

Le candidature dovranno essere presentate dalle istituzioni scolastiche entro le ore 15.00 del giorno 25 febbraio 2021, compilando l’apposito template disponibile nella sezione “Le tue candidature” presente sulla piattaforma “PNSD – Gestione Azioni”, alla quale accedono i Dirigenti scolastici e i Direttori dei servizi generali e amministrativi delle scuole statali con le loro credenziali, le stesse che utilizzano per entrare nell’area riservata del portale istituzionale e nel SIDI.

Le scuole candidate dovranno comunicare i dati richiesti per la partecipazione al Premio, una scheda descrittiva del progetto candidato e l’eventuale documentazione (testi, foto, presentazioni, video, etc.), che dovrà essere preventivamente caricata su file hosting interni o esterni alla scuola, liberamente accessibili alla giuria e al Ministero, non visibili ad altri soggetti e disponibili per almeno 1 anno, comunicando il relativo link nell’apposito campo del form.

I dirigenti scolastici delle istituzioni scolastiche partecipanti dovranno, inoltre, dichiarare che sono state acquisite tutte le liberatorie necessarie per l’utilizzo di immagini o voci di persone fisiche sui canali di comunicazione della scuola polo e del Ministero dell’istruzione (nel caso di minori, le liberatorie devono essere necessariamente firmate dai genitori e conservate dalla scuola, nel rispetto di quanto previsto dalle norme sulla privacy), che tutte le immagini, i testi, le descrizioni, le musiche, i contenuti prodotti sono liberi da ogni diritto di autore anche ai fini dell’eventuale pubblicazione nella Gallery presente sul sito internet del PNSD e per tutte le occasioni pubbliche di presentazione del Premio, anche tramite web, e che il progetto candidato non è stato presentato e/o premiato in altri concorsi.

Le scuole selezionate per la fase finale a livello provinciale e regionale dovranno impegnarsi a realizzare un video della durata massima di 3 minuti da presentare durante la finale, secondo quanto indicato al successivo articolo 2.

ART. 2 – VALUTAZIONE DELLE CANDIDATURE E PREMIALITÀ

Il Premio verrà attribuito, nelle diverse fasi, da una Giuria di esperti, nominati dalle scuole polo individuate per l’organizzazione delle fasi provinciali, regionali e nazionale, che opererà sulla base dei seguenti criteri di valutazione:


a) valore e qualità del contenuto digitale/tecnologico presentato, in termini di vision, strategia, utilizzo di tecnologie digitali e metodologie didattiche innovative (punti 4);

b) significatività dell’impatto prodotto sulle competenze degli studenti e integrazione nel curricolo della scuola (punti 4);

c) qualità e completezza della presentazione (punti 2).

Ciascun commissario ha a disposizione un totale di 10 punti, attribuibili anche con valori decimali, derivanti dalla somma dei punteggi di ciascun criterio.

La Giuria selezionerà i progetti finalisti per le due sezioni del primo e del secondo ciclo di istruzione, che parteciperanno alla finale provinciale in diretta streaming, organizzata dalla scuola polo provinciale. Durante tale iniziativa, i progetti finalisti saranno illustrati da una studentessa o da uno studente, attraverso una breve presentazione (pitch), supportata da video, della durata massima di 6’ per scuola (3 minuti di video + 2 minuti di pitching + 1 minuto per risposte a eventuali domande della giuria).

Al termine di tutte le presentazioni, sarà selezionato dalla giuria il progetto vincitore per ciascuna sezione a livello provinciale, che sarà ammesso alla successiva fase regionale. Il progetto vincitore a livello regionale per ciascuna sezione parteciperà alla fase della finale nazionale del Premio.

I progetti proposti dai Centri provinciali per l’istruzione degli adulti partecipano alla sola fase nazionale.

Il progetto vincitore per ciascuna sezione riceverà dalla scuola polo organizzatrice a livello provinciale un premio del valore di 1.000 euro per lo sviluppo del progetto di didattica digitale integrata, mentre i progetti classificatisi al secondo e terzo posto riceveranno premi consistenti in dispositivi digitali per la didattica.

Nella fase regionale, il progetto vincitore di ciascuna sezione riceverà un premio del valore di 2.000 euro sempre per lo sviluppo del progetto di didattica digitale integrata.


ART. 3 – INFORMAZIONI GENERALI

Le Scuole Polo delegate all’organizzazione del premio a livello provinciale e regionale, il cui elenco è pubblicato sul sito del Piano nazionale per la scuola digitale, organizzeranno attività di informazione e di facilitazione, rivolte a tutte le istituzioni scolastiche del territorio, al fine di favorire la massima partecipazione al Premio e di supportare le scuole in fase di candidatura.

Per informazioni e assistenza tecnica nella compilazione della candidatura è possibile inviare un quesito o una richiesta utilizzando esclusivamente l’area “Le tue richieste”, disponibile sempre all’interno dell’applicativo “PNSD – Gestione Azioni”

Avviso prot. n. 677 del 20 gennaio 2021 per la presentazione di candidature da parte delle istituzioni scolastiche per la partecipazione al Premio scuola digitale 2021. Scadenza: 25 febbraio 2021 – ore 15.00

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Von der Leyen: "La chiusura delle frontiere non ha senso". Ma le varianti mettono paura

Next Article

Università cinese Fudan aprirà per la prima volta una sede nell’Unione Europea

Related Posts
Leggi di più

Altro che tesoro! In Italia chi trova un amico… trova un lavoro

Secondo un'indagine Inapp-Plus negli ultimi dieci anni quasi un lavoratore su quattro ha trovato occupazione tramite amici, parenti o conoscenti. Solo il 9% grazie a contatti stabiliti nell'ambiente lavorativo. Un sistema che ha delle ripercussioni anche su stipendi e mansioni (al ribasso).
Leggi di più

Legge sul reclutamento dei docenti: la formazione porterà nelle tasche dei prof più di 6mila euro

Ok al decreto sul Pnrr 2 che individua le nuove regole sul nuovo sistema di formazione per la classe docente: i tecnici del Senato hanno ipotizzato che chi porterà a termine il percorso di aggiornamento avrà un aumento una tantum di circa 6100 euro lordi. Intanto domani nuovo incontro sul rinnovo del contratto collettivo: si va verso un riconoscimento in busta paga di 50 euro netti per tutti.