Premio Innovazione Finmeccanica: in palio 5.600 euro e stage in azienda

Avete un’idea innovativa? Dimostratelo! Partecipate al Premio Innovazione Finmeccanica: in palio stage in azienda e premi in denaro per un totale di 5.600 euro.
Per la prima volta in 10 anni, il Premio Innovazione Finmeccanica apre ai giovani: quest’anno, infatti, potranno partecipare con le loro idee di business innovativi anche studenti, neolaureati (da massimo due anni) e dottorandi in Ingegneria, Matematica, Fisica, Informatica o Chimica delle Università italiane.
Il contest consiste nell’ideazione di un breve progetto innovativo con riferimento ad alcuni temi proposti da Finmeccanica, articolati in vari spunti di riflessione tra i quali ciascun partecipante potrà scegliere di sviluppare quelli più in linea con i suoi interessi e con le conoscenze acquisite nel corso degli studi accademici. In particolare i temi proposti da Finmeccanica sono: 3D printing/additive manufacturing, sistemi autonomi, cyber security e bassa osservabilità.
Partecipare è semplice: basta iscriversi al sito appositamente creato per il premio e caricare il proprio progetto inserendo il titolo, un abstract, la descrizione dettagliata del proprio progetto di innovazione, che dovrà fare riferimento ad uno solo dei temi proposti da Finmeccanica e sviluppare uno o più d’uno degli spunti di riflessione proposti al suo interno; i punti di forza/aree di miglioramento della soluzione proposta.
I progetti verranno selezionati e premiati tenendo conto dell’originalità; del valore scientifico (contenuto scientifico della proposta rispetto allo stato dell’arte) e dell’esaustività. La valutazione comprenderà anche l’analisi degli aspetti tecnici, del realismo dei dati e dei calcoli effettuati. In sede di valutazione delle proposte, si terrà conto anche dell’attenzione alle tematiche sociali/ambientali e della validazione della proposta da parte di un docente universitario competente in materia.
I primi 3 classificati per ognuna delle 2 categorie (Studenti / Neolaureati e Dottorandi) saranno invitati alla giornata di premiazione finale organizzata da Finmeccanica presso l’EXPO di Milano, prevista nel mese di ottobre 2015. Finmeccanica sosterrà le spese relative al biglietto di ingresso alla manifestazione, all’alloggio e al trasferimento per tutti i suddetti partecipanti.
Per la categoria studenti e neolaureati sono previsti premi da 1.000 euro ed opportunità di tirocinio formativo della durata di 6 mesi (per ognuno dei max 3 partecipanti) presso una delle aziende del Gruppo Finmeccanica per il primo classificato; 800 al secondo e 500 al terzo.
Per la categoria dottorandi: 1.500 euro  ed opportunità di tirocinio formativo della durata di 6 mesi (per ognuno dei max 3 partecipanti) presso una delle aziende del Gruppo Finmeccanica per il primo classificato; 1.000 al secondo e 800 al terzo.
La scadenza per caricare i progetti è fissata al 15 settembre. Tutte le informazioni le potete trovare sul sito ufficiale del Premio Innovazione Finmeccanica. A questo link, invece, trovate il regolamento del contest.
 

Total
0
Shares
1 comment
  1. Non parteciperemo in quanto e’ risaputo che in Finmeccanica ci sono lobby importanti che condizionano profondamente lo sviluppo delle idee e dei progetti. Per chi studia e lavora all’estero, e’ sempre più’ evidente questo stato di fatto.

Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di martedì 14 luglio

Next Article

La ricerca: "Abbandonare gli studi toglie 10 anni di vita"

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.