La rassegna stampa di martedì 14 luglio

Scuola, Università Ricerca: le notizie della giornata, selezionate per voi dalla redazione di CorriereUniv.
Il Sole 24 Ore – Scuola, Mattarella ha firmato la legge – Il Presidente della Repubblica ha firmato il decreto legge approvato dal Parlamento. Adesso è la volta della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Intanto gli uffici ministeriali preparano il bando per rendere operative le 100 mila assunzioni.
Il manifesto – Referendum, il pacchetto Civati. Ma sulla scuola per ora stand by – Le speranze di migliaia di docenti che hanno proposto negli ultimi giorni una raccolta firme per stendere un referendum abrogativo della riforma della scuola passano anche dall’ex PD Civati che, però, al momento nicchia e rimanda la discussione.
italia Oggi – Il Nord in testa nelle immissioni, Friuli e Abruzzo a stecchetto – Ecco come verranno ripartite le 100 mila assunzioni dei precari della scuola Regione per Regione. Lombardia, Campania e Lazio la fanno da padrone, ma in generale saranno molte più le cattedre assegnate al Nord di quelle destinate al Sud.
Corriere della sera – Borse di studio e ricerca. L’assegno è maxi – Alcune delle opportunità più interessanti per quanto riguarda borse di studio, premi e assegni di ricerca.
Corriere della sera – L’arrivo su Plutone dopo nove anni di viaggio. New Horizons svela il volto del pianeta nano – La sonda partita nel 2006 è finalmente arrivata in vista dell’ultimo pianeta del sistema solare. A giorni arriveranno le prime immagini e i dati attesi per studiare il più sfuggente dei pianeti.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Universiadi, è trionfo azzurro. La Nazionale di Calcio vince l'oro

Next Article

Premio Innovazione Finmeccanica: in palio 5.600 euro e stage in azienda

Related Posts
Leggi di più

Un’intera classe in sciopero contro il compagno bullo. I genitori: “Da due anni i nostri bambini vivono in un incubo”

Scoppia la protesta contro il bullismo in un istituto di Jesi, in provincia di Ancona. Quattordici genitori decidono di non mandare più i loro figli a scuola per la presenza di un bambino che avrebbe atteggiamenti violenti contro di loro, denunciando denti rotti, Amuchina negli occhi, insulti e minacce. La preside: "Problema c'è ma è stato ingigantito".