Premio Giovanni Gargiolli 2020: concorso fotografico

Il Comune di Fivizzano, situato in provincia di Massa-Carrara (Toscana), organizza un concorso dedicato al fotografo Giovanni Gargiolli.

La partecipazione al contest è gratuita e si rivolge a tutti gli appassionati di fotografia. In palio 1000 € e l’esposizione delle opere finaliste.

Ecco cosa sapere sul Premio Giovanni Gargiolli e come partecipare

PREMIO GIOVANNI GARGIOLLI CONCORSO FOTOGRAFICO

Il Comune di Fivizzano, in collaborazione con la Pro Loco, presenta la prima edizione del “Premio fotografico Nazionale Giovanni Gargiolli“. Il concorso creativo ha lo scopo di celebrare l’illustre fotografo Giovanni Gargiolli, che sul finire dell’800 rinnovò il settore della fotografia italiana.

Tema del premio è il “Viaggio italiano“. I partecipanti sono quindi invitati a proporre immagini rappresentanti cultura e tradizioni italiane. I soggetti degli scatti possono essere piazze, paesaggi, monumenti ed eventi folcloristici e le foto possono essere realizzate sia in bianco e nero, che a colori.

I concorrenti potranno partecipare con un massimo di 3 fotografie. Gli scatti devono devono essere originali e inediti e non saranno ammesse foto recanti firme e loghi, o sulle quali siano stati inseriti o rimossi elementi in post-produzione.

DESTINATARI

Al concorso possono partecipare maggiorenni, appassionati e interessati di fotografia, che operano in Italia. La partecipazione al contest creativo è completamente gratuita.

SELEZIONE

La selezione delle fotografie sarà curata da una Giuria composta da 4 membri esperti del settore. Tra tutte le opere ricevute, verranno selezionate 30 foto finaliste, tra cui sarà scelto il vincitore del concorso.
Gli organizzatori del contest si occuperanno di stampare e incorniciare gli scatti ammessi alla finale per esporli nella mostra fotografica che si terrà da Luglio a Settembre 2020, presso la biblioteca dello storico Convento degli Agostiniani di Fivizzano.

La comunicazione relativa alla selezione degli scatti finalisti e ai vincitori sarà effettuata il 10 Luglio 2020 in conferenza stampa.

PREMI

Gli autori delle foto scelte dalla Giuria entreranno nella classifica dei vincitori e riceveranno i seguenti premi:

  • il primo classificato riceverà un assegno circolare dal valore di 1.000  e una targa ricordo;
  • secondo e terzo classificati riceveranno le riproduzioni “I Delfini”, sculture simbolo della città di Fivizzano.

Inoltre, tutti i fotografi ammessi alla mostra otterranno un attestato di partecipazione. La premiazione avverrà il giorno 28 Agosto 2020.

GIOVANNI GARGIOLLI

Nato a Fivizzano nel 1838, l’architetto ed ingegnere Giovanni Gargiolli, a cui è dedicato il contest creativo, fondò la prima Associazione italiana di Fotografi. Grazie al suo impegno nella scrittura di saggi tematici e alla ideazione di nuovi tele-obiettivi e apparecchi, divenne anche direttore del Gabinetto Fotografico Nazionale.

Gargiolli fu pioniere delle attività di documentazione e catalogazione delle opere artistiche italiane. Le sue intuizioni poggiavano sulla straordinaria cultura, sia classica che scientifica, che lo contraddistingueva come uomo e come fotografo. Per celebrare i suoi meriti, non riconosciuti per lungo tempo, occorrerà aspettare il 2013, anno in cui il Comune di Fivizzano organizzò una mostra in onore del centenario della sua scomparsa.

COME PARTECIPARE

Gli interessati a partecipare al concorso fotografico Premio Giovanni Gargiolli 2020 dovranno compilare il MODULO (Pdf, 456 Kb) contenente la scheda per la partecipazione e il Regolamento del contest. La scheda compilata e completa di firma autografa, il regolamento e le foto da proporre devono poi essere inviati, mediante email, all’indirizzo [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Fronte scuola rimane aperto

Next Article

Ok fase 2 dal 4 maggio ma non per scuola e calcio

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.