Poste Italiane cerca 1000 nuove figure per l'azienda

Poste Italiane assumerà presto nuove risorse da impiegare nelle mansioni di Portalettere e Addetti allo Smistamento in seguito alla crescita della quantità di posta da recapitare grazie alle Elezioni Amministrative che si terranno nel prossimo Giugno in oltre mille Comuni italiani.
Saranno quindi assunte circa 1000 risorse con dei contratti a tempo determinato che aiuteranno i dipendenti fissi nella fase di maggior lavoro prevista.
Le mansioni saranno quelle di Postini Portalettere e Addetti allo Smistamento, per cui i candidati potranno essere sia diplomati che laureati, anche se avranno scarse possibilità di essere assunti a tempo indeterminato allo scadere del contratto, come di solito si verifica in Poste Italiane.

  • Portalettere: diploma di maturità con votazione minima di 70 / 100 o una laurea con votazione minima di 102 / 110, una patente di guida valida in modo da poter guidare gli scooter 125 cc forniti da Poste Italiane ed un certificato medico che attesti l’idoneità psico fisica.
  • Addetti allo Smistamento: diploma di maturità con votazione minima di 70 / 100 o una laurea con votazione minima di 102 / 110 ed un certificato medico che attesti l’idoneità psico fisica.

Tutte le risorse saranno assunte con un contratto a tempo determinato che potrà variare da un minimo di tre mesi ad un massimo di sei mesi a seconda dei casi e delle necessità delle varie città.
Tutti i candidati saranno sottoposti ad un test attitudinale ed un colloquio orale, e tutte le risorse ritenute idonee dovranno affrontare una prova pratica alla guida dello scooter.
Tutti gli interessati possono registrare il proprio curriculum vitae direttamente nella sezione Lavora con Noi del sito ufficiale di Poste Italiane.
Desideriamo ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, un crollo ogni tre giorni: "Mai così tanti dal 2013"

Next Article

Taranto, 17enne ha un arresto cardiaco a scuola: salvato dal prof di ginnastica

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.