Pioggia di decreti presidenziali al TAR

Continuano le vittorie dell’Udu nei confronti del Ministero e dell’Università di Firenze con ben 17 decreti presidenziali ottenuti in data 3 novembre 2010 dai ricorrenti difesi dall’Avv. Michele Bonetti e Santi Delia.Nonostante l’ostruzionismo dell’Università che ha sino ad oggi tentato di non far immatricolare i ricorrenti, l’U.d.U. Firenze Sinistra Universitaria ha curato e ottenuto le immatricolazioni, obbligando l’Ateneo ad accogliere i ricorrenti che finalmente potranno iniziare in tempo il loro corso di studi.

Continuano le vittorie dell’Udu nei confronti del Ministero e dell’Università di Firenze con ben 17 decreti presidenziali ottenuti in data 3 novembre 2010 dai ricorrenti difesi dall’Avv. Michele Bonetti e Santi Delia.
Nonostante l’ostruzionismo dell’Università che ha sino ad oggi tentato di non far immatricolare i ricorrenti, l’U.d.U. Firenze Sinistra Universitaria ha curato e ottenuto le immatricolazioni, obbligando l’Ateneo ad accogliere i ricorrenti che finalmente potranno iniziare in tempo il loro corso di studi.
“Si è oramai consolidato un orientamento giurisprudenziale ed i ragazzi hanno già iniziato a frequentare, trattasi di illuminanti decreti emessi dalla prima sezione del Tar Toscana nella persona del Giudice delegato Carlo Testori che costituiranno uno spartiacque nella battaglia contro il numero chiuso” riferiscono gli Avvocati Bonetti e Delia.
Esprimono soddisfazione i rappresentanti dell’Udu Firenze, Enrico Bartolini e Giuseppe Martelli “Incassiamo questa vittoria, ma il lavoro da fare è ancora molto e non ci fermiamo qui. In molti altri corsi è stato illegittimamente istituito il numero chiuso, è il caso di Ingegneria dove alla prima selezione è rimasto fuori oltre al 70 % degli studenti con grande imbarazzo anche degli organi universitari.
Dopo la vittoria del ricorso collettivo di Economia e di Medicina le regole non sono ancora rispettate. E’ una questione di legalità, saremo costretti a fare un altro ricorso collettivo per il 70 % degli studenti di Ingegneria che non può proseguire correttamente nel proprio corso di studi.”

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'Orientale, la voce della protesta

Next Article

Biodiversità, patrimonio universale

Related Posts
Leggi di più

Sesso con uno studente disabile: a processo una professoressa di sostegno

Si tratta di una docente di un istituto superiore in provincia di Firenze. I fatti risalgono al 2019 quando il ragazzo non era ancora maggiorenne. La donna, dopo il rapporto sessuale consumato all'interno dell'istituto scolastico, avrebbe chiesto allo studente di non raccontarlo a nessuno.
Leggi di più

Gli studenti rispondono a Bianchi: “Vergogna, bugiardo”

Non tarda a farsi sentire la reazione degli studenti alle dichiarazioni del Ministro, che ha dichiarato ieri di voler costruire una riforma della scuola in maniera “affettuosa". I sindacati verso lo sciopero del 30 maggio contro il decreto 36