Con le pinne, fucile e vaccino: iniezioni dai 12 ai 15 anni in estate, per una scuola sicura

Si aspetta l’ok della agenzia del farmaco per immunizzare i ragazzi più giovani, l’obiettivo è di vaccinarli prima del rientro tra i banchi

Si aspetta l’ok della agenzia del farmaco per immunizzare i ragazzi più giovani, l’obiettivo è di vaccinarli prima del rientro tra i banchi

In spiaggia immunizzati, è il piano del Governo per guardare verso il rientro a settembre in classe con piena sicurezza e con la possibilità di contenere i nuovi contagi.

SI ASPETTA IL VIA LIBERA

L’Italia sta aspettando l’ok da parte dell’Ema, l’agenzia europea del farmaco, e successivamente di Aifa, l’agenzia italiana, che devono dire se Pfizer sia utilizzabile sui ragazzi dai 12 ai 15 anni. Una risposta attesa per giugno e che darà il via libera alle vaccinazioni dei più giovani a partire da luglio. Negli Stati Uniti sono già pronti e il 13 maggio partiranno le iniezioni in questa fascia d’età, e si valuterà anche se procedere al di sotto dei 12 anni.

OBIETTIVO EUROPEO

Come fa notare Repubblica, non sarà semplice organizzare la campagna vaccinale nel cuore delle vacanze, ma è anche l’obiettivo comune in Europa. In Germania il ministro della Salute ha indicato la necessità di vaccinare con almeno una dose, meglio entrambe, gli studenti prima del ritorno sui banchi.

Total
3
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'Emilia-Romagna a caccia di 715 profili: al via i concorsi per lavorare in Regione

Next Article

Chi è Gervasoni, il professore accusato di insulti e minacce al presidente Mattarella

Related Posts