Picchia le figlie per aver marinato la scuola

17232061

Insulti, schiaffi, pugni e bastonate.
Tutto perché avevano marinato la scuola.

E’ successo a Leno, in provincia di Brescia.

Il padre delle due ragazzine di 15 e 18 anni, ha voluto punirle per aver detto una bugia.

Le giovani studentesse sono finite in ospedale, una con la scapola fratturata, l’altra con escoriazioni e lividi.

I carabinieri di Verolanuova hanno sequestrato al quarantaduenne di nazionalità indiana un grosso bastone da montagna.

Ora, l’uomo è in carcere con l’accusa di lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia.

Secondo le dichiarazioni delle figlie, non è stato il primo episodio di violenza.

Da tempo, le ragazze meditavano di rivolgersi al Telefono Azzurro.

L’occasione si è presentata quando sono state picchiate per aver marinato la scuola.

Le due ragazzine non avevano potuto prepararsi per l’interrogazione perché avevano trascorso il giorno precedente a fare le pulizie in casa.

AZ

 

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Lavoro a singhiozzo, nuovi assunti e nuovi licenziamenti

Next Article

Nick Carter dei Backstreet Boys sposa l'insegnante di Fitness

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident