Per salvarsi dalla fine del mondo, tutti a Cisternino

Carta alla mano mancano nove giorni alla fine del mondo. Come salvarsi? La soluzione arriva direttamente dal Sud Italia. Cisternino, piccolo borgo pugliese tra le province di Taranto e Brindisi, sarebbe proprio il punto al riparo dall’Apocalisse, prospettata per il 21 dicembre. A confermarlo sono i seguaci del maestro indiano Babaji, interpretando la profezia dei Maya.

La voce sta facendo il giro del mondo. Nel paesino si è assistito ad un boom di prenotazioni prenatalizie, con tutti gli alberghi quasi pieni per le feste. A commentare la notizia ci ha pensato anche Donato Baccaro, sindaco di Cisternina, durante la trasmissione di qualche sera fa Volo in diretta: “Mi fa piacere che si parli in tutto il mondo di noi come luogo di salvezza. Ci sarà un afflusso di turisti notevole e vedremo di organizzare qualcosa di caratteristico, oltre al tradizionale mercatino di Natale”.

Va precisato, comunque, che la “Terra della salvezza” sarebbe un po’ più ampia, comprendendo il cuore della Valle d’Itria, inclusi i comuni di Martina FrancaCeglie Messapica eOstuni. Non resta che fare le valigie e mettersi in viaggio verso la Puglia. E se anche la fine del mondo non dovesse arrivare rimarrebbe ci si potrebbe consolare lo stesso con un buon piatto di orecchiette.

Raffaele Nappi 
Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Roma, crolla il controsoffitto di una materna. Ferita una bambina

Next Article

Germania-Italia, cinque progetti puntano sull’istruzione tecnica

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".