Papa Francesco in viaggio verso il Brasile. Giovedì giornata mondiale dei giovani

papa francesco in brasile

Papa Francesco in Brasile L’aereo di Jorge Mario Bergoglio è decollato poco dopo le 8.50 dall’aeroporto romano di Fiumicino alla volta del Brasile per il primo viaggio internazionale di Papa Francesco dopo l’elezione del 13 marzo, una trasferta che si svolge nella sua America Latina in occasione della 28esima Giornata mondiale della gioventù (Gmg).

A bordo dell’airbus Alitalia il Papa è accompagnato dal suo entourage (tra gli altri, i cardinali Bertone, Ouellet e Braz de Aviz) e da un gruppo di giornalisti internazionali. Il Pontefice – una borsa nera come bagaglio personale portata a mano – è giunto dal Vaticano alle 8.25 all’aeroporto con un elicottero dell’aeronautica militare. Ad accoglierlo, il presidente del Consiglio Enrico Letta.

Il Papa giungerà all’aeroporto internazionale di Rio de Janeiro Galeao Antonio Carlos Jobim alle 16 (le 21 ora italiana). La cerimonia di benvenuto si svolgerà nel giardino del Palacio Guanabara, sede del Governatore di Rio de Janeiro. Alle 17.40 (22.40 di Roma) Bergoglio compirà una visita di cortesia alla presidente brasiliana Dilma Roussef nello stesso palazzo Guanabara a Rio de Janeiro.

Finita la cerimonia ufficiale, probabilmente alle ore 18.30 circa (le 23.30 in Italia), il Papa si ritirerà presso la sua residenza temporanea, ‘Sumaré’, dove resterà 36 ore per un soggiorno privato che gli consentirà smaltire il fuso orario e il lungo viaggio in aereo. Mercoledì il trasferimento al santuario di Aparecida. Da giovedì entra nel vivo la Gmg di Rio de Janeiro, con giovani da tutto il mondo, che ha il suo culmine con la messa di domenica. Prevista anche una visita ad una favela di Rio de Janeiro. In Brasile diversi capi di Stato latino-americani sono stati invitati dalla presidente Roussef a presenziare gli eventi. La sera di domenica 28 luglio Francesco lascia il Brasile e torna a Roma lunedì 29 alle 11.30.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Stagisti con Conai

Next Article

Stage con l'Agenzia europea di sicurezza marittima

Related Posts
Leggi di più

Anche gli USA promuovono la mascherina: boom di casi dove non è obbligatoria

Le scuole senza obbligo hanno oltre 3 volte più probabilità di subire un focolaio rispetto alle altre: il dato arriva da una ricerca effettuata dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) degli Stati Uniti. Il sottosegretario Sileri: "Sulle quarantene aspettiamo il Cts".