Paola Marella, dai banchi di scuola a Real Time

Rimandata in italiano, l’architetto più famoso della tv dal quarto ginnasio è super attenta alla punteggiatura. Una storia interessante e molto comune quella di Paola Marella che ha subìto la scelta della famiglia trovandosi a frequentare il liceo classico. Un rapporto particolare con la maturità fatto di ansia e paura di non riuscire.

Rimandata in italiano, l’architetto più famoso della tv dal quarto ginnasio è super attenta alla punteggiatura. Una storia interessante e molto comune quella di Paola Marella che ha subìto la scelta della famiglia trovandosi a frequentare il liceo classico. Un rapporto particolare con la maturità fatto di ansia e paura di non riuscire. Dai banchi di scuola a Real Time, Paola si racconta per voi e vi lascia un prezioso consiglio da architetto: costruite tutto poco alla volta!

Che rapporto aveva con lo studio?
Sono sempre stata una ragazza molto studiosa soprattutto perché negli scritti non riuscivo bene, avevo grandi insufficienze nelle materie di indirizzo del liceo come latino, greco e italiano! Non ho scelto di frequentare il liceo classico, sono stata costretta ad iscrivermi.

Ha mai avuto problemi con un insegnante in particolare?
Mi sono rimasti nella memoria diversi insegnanti, alcuni con delle particolarità che durante il percorso di studi non mi hanno reso la vita facile, anche se alla lunga, come spesso accade in questi casi, proprio quei prof che tanto ci facevano arrabbiare si sono dimostrati determinanti nella mia formazione. Una fra tutte la mia insegnante di italiano del ginnasio che al 4° anno mi ha rimandata in Italiano. Da quel momento difficilmente sbaglio la punteggiatura!

Come ricorda i giorni di preparazione all’esame?
Giorni di studio molto intensi, temevo sempre di non farcela.

E’ stata soddisfatta del risultato ottenuto?
Io sono soddisfatta di quello che ho fatto ma non smetto mai di interessarmi alle cose, ritengo che ogni giorno della mia vita sia un giorno utile per imparare qualcosa di nuovo, non tralasciando mai i rapporti umani.

Un consiglio ai ragazzi che stanno affrontando l’esame
Voglio dare lo stesso consiglio che do sempre a mio figlio: non arrivare mai all’ultimo momento, costruirsi tutto poco alla volta!

Martina Gaudino

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Olocausto, la traccia preferita dai maturandi del Giulio Cesare

Next Article

Seconda prova, ad ognuno la sua

Related Posts
Leggi di più

Green pass Day, regole controlli e eccezioni

Per i dipendenti che non hanno esibito la certificazione verde all’ingresso del luogo di lavoro è scattata da subito l’assenza ingiustificata e la sospensione dello stipendio, senza perdere il loro rapporto di lavoro, fino all’esibizione del Green pass.