«Palinsesto-scuola», così la Bbc aiuta i ragazzi costretti a casa

Una nota della Bbc parla dei servizi che l’ente sta preparando per aiutare i bambini e i ragazzi inglesi durante la pandemia. Il nuovo servizio si chiama «Bitesize Daily» e sarà a disposizione dal 20 aprile, fruibile attraverso diversi canali, sulla tv digitale e via internet, e durerà ben 14 settimane (in Uk esiste un quadrimestre estivo). In questo contenitore educativo saranno inseriti video, podcast, quiz, lezioni e, fra i conduttori che si alterneranno in questo vero e proprio palinsesto, ci saranno volti noti della tv britannica, come la ballerina Oti Mabuse e l’attore Karim Zeroual, ma anche attori della Royal Shakespeare Company e volti noti dello sport.

Girato allo studio virtuale Dock10 a Salford, il «palinsesto-scuola» si rivolge soprattutto al target 5-14 anni, offre sei lezioni giornaliere da 20 minuti che riguardano matematica, inglese, scienza, educazione fisica, cultura e letteratura. «Si tratta del più grande impegno nell’ambito dell’educazione che la Bbc abbia mai promosso», ha commentato il direttore generale dell’emittente, Tony Hall. Contemporaneamente Bbc4 dedicherà ogni sera una parte del suo palinsesto a programmi che aiutino gli studenti che affrontano i Gcse (la nostra maturità) e corsi e curriculum A-level (ultimi anni di liceo). È vero che anche la Rai, oltre all’offerta disponibile sul canale 146 di Rai Scuola, ha una ricca proposta di programmi sul portale Web di Rai Cultura (e sul canale stesso), dove l’offerta didattica è suddivisa per materie e con centinaia di argomenti specifici su di- verse discipline. Ma quello che ci eravamo permessi di chiedere al nostro servizio pubblico («Padiglione Italia», 8 marzo) era un «palinsesto- scuola», esattamente come quello della Bbc.

corrieredellasera

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Proscenium Festival della canzone d’autore: concorso canoro

Next Article

Si ricomincia il 1° settembre In classe o no?

Related Posts
Leggi di più

Tamponi a scuola, dal Governo arriveranno 92 milioni di euro ma i presidi attaccano ancora: “Le Asl non sono in grado di tracciare i contagi in classe”

Continua lo scontro tra il Ministero dell'Istruzione e i dirigenti scolastici ormai stremati dall'enorme carico di lavoro dovuto alla gestione dei casi Covid all'interno dei loro istituti. La sottosegretaria Barbara Floridia promette procedure più snelle e nuove risorse per far fronte all'emergenza. Giannelli (Anp): "Presidi ormai allo stremo".