Opel cerca 350 ingegneri, 50 solo per il polo di Torino

Opel cerca 350 ingegneri

Nuovi professionisti in casa Opel. Il marchio ha annunciato in questi giorni l’intenzione di assumere 350 ingegneri, di cui 50 solo su Torino. I nuovi posti di lavoro sono necessari per sostenere l’imponente offensiva di prodotto della Casa di Rüsselsheim, che, a partire dal lancio di Insignia, ha intrapreso la strada del rilancio della sua immagine, ristrutturando profondamente la propria gamma di modelli.

Opel ha quindi precisato che l’ITDC (International Technical Development Center) sarà potenziato e assumerà ulteriori professionalità nella rete globale Rüsselsheim. Nello specifico: 300 specialisti saranno impiegati presso l’International Technical Development Center (Centro Internazionale di Sviluppo Tecnico) di Rüsselsheim, 50 ingegneri nel Polo Ingegneristico di Torino. I primi si occuperanno di ingegneria dei veicoli e ingegneria del gruppo motore-trasmissione mentre gli assunti nella sede di Torino saranno impiegati nella progettazione e lo sviluppo dei motori diesel.

Le assunzioni comunque riguarderanno principalmente le aree di simulazione, validazione, costruzione, costi e accessori. Per quanto riguarda il gruppo motore-trasmissione, Opel cerca prevalentemente esperti nei settori dell’ingegnerizzazione e della taratura di motore e trasmissioni. Le assunzioni sono già iniziate e si concluderanno entro la fine dell’anno. Per inviare la propria candidatura clicca qui.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il vademecum per riconoscere il traditore perfetto

Next Article

Cento città contro il dolore

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.