Nuove leve per Ernst&Young 370 posti

Trecentosettanta inserimenti nel corso del 2009 sono nei progetti dell’americana Ernst & Young. A Roma, Milano e in giro per l’Italia.
Nel mirino della multinazionale specializzata in servizi professionali di revisione contabile e consulenza aziendale ci sono quasi 400 nuove leve, con un occhio di riguardo per chi è appena uscito dalle aule universitarie e per alcuni profili junior: laureati, cioè, che hanno alle spalle anche solo un anno di esperienza nel settore.
I candidati ideali hanno una laurea specialistica in discipline economico/scientifiche come Economia, Ingegneria gestionale, Ingegneria informatica e Ingegneria elettronica. Tutte conseguite con un buon risultato finale (almeno 100/110) e accompagnate dalla conoscenza dell’inglese. I profili più richiesti sono quelli di business consultant e revisori junior da inserire nel team di auditing e junior tax consultant per la consulenza fiscale e la sua pianificazione. Porte aperte anche a junior consultant translation advisory service.
Infine, si cercano professionisti per i dipartimenti di corporate finance, organo interno che svolge diverse funzioni tra cui quella di assistenza nei processi di ristrutturazione aziendale e nelle operazioni di acquisizione e cessione di partecipazioni societarie.
Per quanto riguarda le sedi Roma è al centro del piano di assunzioni, ma ci sono posti liberi anche a Milano, Bologna, Firenze, Torino e Treviso. Le candidature si inoltrano dal sito internet www.ey.com/it/careers.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Lumsa premiata dalla Commissione Europea

Next Article

Rielezione di Pasquino a Salerno

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.