Lumsa premiata dalla Commissione Europea

ects.gifUn riconoscimento internazionale – di grande prestigio – per l’Università Lumsa: la Commissione Europea ha infatti assegnato all’ateneo romano l’Ects Label, il premio conferito alle istituzioni di istruzione superiore che hanno dato prova di eccellenza nell’applicare il Sistema europeo di accumulazione e trasferimento dei crediti (Ects).
La Lumsa condivide questo merito per il 2009 soltanto con altri due atenei italiani: l’Università di Parma e l’Università di Bologna. I premi ECTS Label, insieme con i Supplementi al diploma (Sd), sono stati consegnati ieri da Ján Figel’, Commissario europeo responsabile per l’Istruzione, la Formazione, la Cultura e la Gioventù, alla presenza del viceministro per gli Affari Europei del ministero dell’Istruzione, della Gioventù e dello Sport della Repubblica Ceca, Jakub Dürr.
“Coloro che ricevono oggi i label sono esempi luminosi di istituzioni che prendono sul serio la mobilità accademica europea in un settore dell’istruzione superiore caratterizzato da rapidi cambiamenti”, ha affermato Figel’.
La Commissione Europea ha riconosciuto, dopo un’attenta valutazione, i criteri di trasparenza e le certificazioni di qualità offerti agli studenti, in particolar modo a quelli in entrata, e la possibilità di una scelta più mirata del percorso formativo. Ma non solo: il valore aggiunto è stato individuato anche per le esperienze in uscita. La Lumsa, infatti, riesce a garantire il pieno riconoscimento degli studi svolti nel Paese europeo scelto e riesce a integrare perfettamente i risultati ottenuti all’estero con quelli del percorso italiano.

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'Aquila, il rettore chiede spazi e attacca Bertolaso "pigliatutto"

Next Article

Nuove leve per Ernst&Young 370 posti

Related Posts
Leggi di più

Sapienza, Bologna e Padova le tre migliori università italiane secondo la classifica Artu. Nel mondo a guidare è Harvard

Pubblicata la classifica redatta dall'University of New South Wales di Sydney che unisce in un unico indice i tre ranking mondiali più influenti: Quacquarelli Symonds (Qs), Times Higher Education (The) and the Academic Ranking of World Universities (Arwu). La prima italiana, La Sapienza di Roma, si piazza al 155esimo posto, l'ultima (il Politecnico di Torino) al 370esimo.
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.