Non c’è futuro senza un’aria migliore, a Milano arriva il murale mangia-smog

Liquigas: presentato il bozzetto del murale mangia-smog per Milano in occasione della Pre-Cop26

Liquigas ha svelato oggi il soggetto del murale antismog che sarà realizzato a Milano per contribuire a migliorare la qualità dell’aria della città: un pappagallo con una maschera antismog per ribadire l’importanza di adottare misure concrete contro lo smog, tra le principali cause di malattia tra i giovani.

L’opera è ispirata dall’elaborato vincitore del contest creativo del progetto educativo “1, 2, 3…Respira!” e sarà realizzata a Dergano, in occasione della Conferenza Preparatoria sul Clima e Youth4Climate.

Un’iniziativa che ha un doppio obiettivo: portare la voce e le necessità dei giovani italiani per il loro futuro all’attenzione del mondo delle istituzioni e a contribuire valorizzare uno spazio pubblico a beneficio della comunità, in linea con il piano di riqualificazione del Comune di Milano.

Le vernici utilizzate, fornite da Boero, contribuiranno ad assorbire parte dei gas nocivi presenti nell’aria e a trasformarle in sostanze a basso impatto ambientale, che verranno eliminate grazie all’acqua e alla pioggia.

IL “CYBERPUNK PARROT”

Il murale sarà realizzato da Alessandro Breveglieri, giovane street artist che ha scomposto il ritratto di un pappagallo intermezzandolo con una maschera antigas – soggetti scelti dalla classe vincitrice del contest di “1,2,3… Respira!”. Il focus si concentra sulla figura dell’animale lasciando solo intuire la presenza di un elemento “meccanico”. La natura incontra simbolicamente l’inquinamento generato dall’uomo, creando un’immagine nuova e distopica. L’opera invita a riflettere affinché l’osservatore prenda coscienza della “minaccia alla bellezza del futuro”. Un messaggio che diventa una vera e propria call to action per migliorare la qualità dell’aria, riassunta nella frase “Questo futuro ci toglie il respiro” e volta a stimolare l’azione individuale e collettiva per preservare l’ambiente.

LE PITTURE ANTISMOG DI BOERO

Il murale sarà dipinto con Solarya 65, l’innovativo rivestimento silossanico per esterni autopulente e antinquinamento della linea Painting Natural di Boero, punto di riferimento per il mondo dell’architettura in tema di colore: le pitture, a base di nanotitanio fotocatalitico con caratteristiche di bassa ritenzione dello sporco ed eccellenti proprietà autopulenti, purificheranno l’aria con cui vengono in contatto, trasformando fino al 65% dei gas nocivi presenti in sostanze a basso o nullo impatto inquinante, conservando nel tempo le cromie nella loro vividezza originale.

“1,2,3… RESPIRA”: IL PROGRAMMA EDUCATIONAL DI LIQUIGAS

Per la terza edizione del progetto educativo “1, 2, 3… Respira!”, Liquigas ha premiato la determinazione e l’entusiasmo degli studenti istituendo un contest speciale volto a trasformare l’elaborato più creativo nel soggetto di murale antismog. L’opera è dunque ispirata al progetto vincitore del riconoscimento, presentato dalle classi 3A e 3B della Scuola secondaria “K. Wojtyla” di Bosisio Parini (Lecco), che si è aggiudicata il premio tra le 232 proposte pervenute da tutta Italia a conclusione dell’anno scolastico. “1, 2, 3… Respira!” vuole favorire lo sviluppo di una coscienza ambientale e creare occasioni di coinvolgimento e di confronto tra giovani generazioni e tutte le componenti della società: insegnanti, famiglie e istituzioni.

Per questa edizione, “1, 2, 3… Respira!” ha coinvolto 66.000 studenti in 290 classi in tutta Italia. In linea con gli obiettivi del proprio Piano Strategico, Liquigas è riuscita a formare 100.000 ragazzi sui temi dell’inquinamento e delle fonti energetiche disponibili in soli 3 anni, ben prima della scadenza fissata al 2025.

Il murale sarà realizzato in via Brivio 3, Milano.

Total
1
Shares
Lascia un commento
Previous Article

"Fisioterapia e Long COVID" gli eventi in vista della Giornata Mondiale della Fisioterapia

Next Article

Università del Sannio di Benevento: concorsi per diplomati

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.