Nokia apps to be wired

Sono state oltre 4000 le idee che gli italiani hanno postato per vincere il contest Nokia Apps to be Wired

Sono state oltre 4000 le idee che gli italiani hanno postato per vincere il contest “Nokia Apps to be Wired” promosso da Nokia e Wired Italia, con l’obiettivo di cambiare il nostro vivere quotidiano. Sono invece 280 gli sviluppatori che dalle 12.00 si stanno sfidando in una maratona di 24 ore per realizzare le apps basate sulle 10 idee finaliste svelate oggi e che si aggiudicano un premio di 1.000 euro ciascuna.
“Siamo stati letteralmente travolti dalla straordinaria partecipazione del pubblico alla nostra iniziativa, ha commentato Riccardo Luna, direttore di Wired Italia. Sono arrivate oltre 4000 idee e la selezione è stata molto difficile, non solo per la quantità quanto, piuttosto, per la qualità delle idee proposte. Ora apriamo il secondo capitolo della sfida riservata agli sviluppatori e sono certo che nelle prossime 24 ore avremo altre opportunità di stupirci”.
“Quando mi presentarono la prima volta questa iniziativa – ha aggiunto Marco Argenti, Vice President Media Nokia – non ho avuto dubbi sulle sue potenzialità di successo. Ogni giorno assisto ad un’esponenziale crescita delle applicazioni sul nostro Ovi Store in tutto il mondo e ad una partecipazione sempre più attiva ed assidua degli utenti. E’ un onore e un piacere anche per me dare ora il via alle seconda parte della sfida”.
Tra le 4000 idee inviate dagli utenti e pensate per le categorie DailyLife, Kids, Sport & Fitness, Business, Social Responsability, School/University, Entertainment, Food & Health, Pets, Travel & Leisure, la giuria di “Nokia Apps to be Wired” ha designato le seguenti idee vincitrici:
La seconda fase del concorso è rivolta agli sviluppatori invitati a realizzare la migliore applicazione basata su una delle 10 idee finaliste: 24 ore, una vera e propria corsa contro il tempo per vincere e aggiudicarsi il super premio di 30.000 euro. L’ideatore otterrà anche uno smartphone Nokia oltre ai mille euro già assegnati.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Premio di Laurea "Raeli" per Tor Vergata

Next Article

Qualcuno ci sente?

Related Posts
Leggi di più

Film horror in una scuola media: studenti svenuti

È accaduto in una scuola di Cremona durante una supplenza. Proiettata la pellicola "Terrifier" vietata ai minori: gli alunni più sensibili hanno accusato malori e nausea. Lettera di protesta inviata al preside