Niente scuola se non sei vaccinato: in arrivo l'ordinanza dal Ministero della Salute

A scuola, si entra solo dopo aver fatto il vaccino. In arrivo un’ordinanza del Ministero della Salute in risposta al forte calo delle vaccinazioni che si sta registrando in tutta Italia quest’anno. A confermare l’indiscrezione è stato il Direttore Generale alla Prevenzione Ranieri Guerra, sulla scia di quanto già affermato dal ministro Lorenzin.
“Se non sei garantito dalla vaccinazione non entri”. Ha precisato Guerra, spiegando che in un momento in cui il Paese sta scendendo sotto la soglia di sicurezza (il 95% dei soggetti a rischio vaccinati), la prevenzione e la tutela di luoghi delicati come la scuola diventa un’assoluta priorità.
Ma le misure contenute nella probabile ordinanza non dovranno essere rispettate solo da genitori e studenti; il ministero, infatti, sta mettendo a punto un sistema che potrebbe portare provvedimenti e sanzioni anche a quei medici che sconsigliano la vaccinazione: “Ne stiamo parlando con i sindacati dei medici – ha detto Guerra – e abbiamo constatato reazioni positive: il medico che parla male di una pratica raccomandata dal Servizio Sanitario da cui dipende è un medico infedele. Nei suoi confronti si potrebbe pensare anche alla sospensione della convenzione”.
Nodo fondamentale resta la scuola e una corretta informazione riguardo alle vaccinazioni. Per questo, Guerra ha precisato che il Ministero della Salute sta pensando ad una “presenza pervasiva nelle scuole, per comunicare una cultura della salute e recuperare questa consapevolezza nelle giovani generazioni”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Invitalia, incentivi fino a 1,5 milioni di euro per giovani e donne che aprono un'impresa

Next Article

Enti di Ricerca, nominati i nuovi Presidenti Inaf, Indam, Centro ‘E. Fermi’, Ogs

Related Posts
Leggi di più

Scuole occupate, nessuna retromarcia sulle sanzioni agli studenti: “Ci sono 500mila euro di danni. Qualcuno deve pagarli”

Il direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale del Lazio, Rocco Pinneri, conferma la linea dura sulle denunce (e richiesta di risarcimento dei danni) nei confronti degli studenti che prima di Natale avevano occupato diversi istituti. "Una cosa è manifestare democraticamente, un'altra violare il diritto all'istruzione" ha detto. Oggi nuovo incontro con il movimento de "La Lupa".
Leggi di più

Covid, in arrivo nuove regole a scuola: Ffp2 gratis per gli studenti in autosorveglianza e stop ai certificati medici per tornare in classe

In arrivo un nuovo decreto per cercare di semplificare e uniformare le regole sui contagi a scuola. Si cercherà di alleggerire il carico dei tamponi sia alle famiglie che alle Asl abolendo l'obbligo, oggi in vigore per le scuole primarie, quando c'è soltanto un caso positivo nel gruppo classe. E alle superiori per tornare in classe non servirà più il certificato medico ma solo un tampone rapido.