Neoassunti 2019/20, aperta la piattaforma Indire

Segnaliamo l’apertura dell’Ambiente online Neoassunti anno scolastico 2019/2020. All’ambiente online si accede tramite il sistema di autenticazione del sistema informativo del Ministero dell’Istruzione o tramite le credenziali “SPID” (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Cliccando sul pulsante “Accedi all’ambiente” l’utente sarà reindirizzato al servizio di autenticazione del Miur. A partire dalla primavera 2020 sarà inoltre disponibile l’ambiente per i tutor.
Sono tenuti al periodo di formazione e prova tutti i docenti:
– neoassunti a tempo indeterminato al primo anno di servizio;
– assunti a tempo indeterminato negli anni precedenti per i quali sia stata richiesta la proroga del periodo di formazione o prova che non abbiano potuto completarlo;
– che, in caso di valutazione negativa, ripetano il periodo di prova;
– che abbiano ottenuto il passaggio di ruolo.
Le novità di quest’anno semplificano il sistema e riguardano:
– l’accesso all’ambiente;
– il percorso di documentazione dell’Attività Didattica. Diversamente dagli anni precedenti quest’anno non è previsto il caricamento nel portfolio di materiale multimediale. La sezione relativa dell’ambiente online fornisce tuttavia informazioni utili alla raccolta di materiale multimediale, che rimane facoltativa, e può essere utile ai fini della preparazione della documentazione da utilizzare, insieme all’esportazione del Dossier Finale, in sede di comitato di valutazione;
– l’attività sul bilancio delle competenze rimane nella sua forma consueta ma solo come tappa iniziale e viene eliminata al termine del percorso. Quindi non è più da compilare il “bilancio finale delle competenze”.
orizzontescuola

Total
0
Shares
1 comment
Lascia un commento
Previous Article

Texas, spari in università: due morti ed un ferito

Next Article

Coronavirus, nelle scuole si naviga a vista

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".