Nella scuola digitale i robot entrano in classe

Carpi ha ospitato la sessione provinciale del Premio Scuola Digitale organizzata dal Liceo Fanti. La competizione tra scuole è stata vinta dagli studenti del Marconi di Castelfranco e del Galilei di Mirandola.

Mister robot dell’Istituto Comprensivo Marconi di Castelfranco Emilia Studente Remoto dell’Istituto Galilei di Mirandola sono i vincitori della fase provinciale del Premio Scuola Digitale istituito dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. Il Liceo Fanti è stato incaricato di organizzare e gestire la sessione provinciale che si è tenuta nella mattinata del 5 febbraio presso l’Auditorium San Rocco.
Il Premio Scuola Digitale consiste in una competizione tra scuole, attraverso gruppi di studenti del primo e del secondo ciclo, e si candidano a partecipare quelle che hanno realizzato progetti di innovazione digitale: modelli didattici, percorsi di apprendimento basati sulle tecnologie digitali, prototipi e applicazioni.
Nell’anniversario della morte di Leonardo Da Vinci, gli studenti del Marconi di Castelfranco hanno progettato Mr Robot, un robottino open source per educare i ragazzi a utilizzare in modo consapevole la tecnologia, da realizzare con stampanti 3D negli atelier creativi delle scuole: grazie a Mr Robot gli alunni fanno esperienza di design, modellazione 3D, making, elettronica e cooding.
Gli alunni del Galilei di Mirandola, vincitori nella sezione del secondo ciclo, sono partiti da un’esigenza concreta: una loro compagna di classe non poteva frequentare le lezioni per motivi di salute e così hanno realizzato un robot che va a scuola al posto suo. Il robot ha un tablet con collegamento Skype per permettere allo studente di assistere alle lezioni da casa guidando da remoto il robot e di essere visto dai suoi compagni sullo schermo.
Le candidature pervenute per la provincia di Modena sono state 18 per il primo ciclo e 8 per il secondo e la giuria ha selezionato i 6 progetti finalisti per ogni categoria: Istituto Comprensivo di SestolaMontanari di MirandolaIC Carpi Zona Centro, IC San ProsperoIC 3 Modena e Marconi di Castelfranco Emilia per il primo ciclo. Ipsia Vallauri di Carpi, Galilei di Mirandola, Levi di VignolaLuosi di Mirandola, Muratori – San Carlo di Modena e Liceo Fanti di Carpi per il secondo.
La giuria composta da Silvia Menabue, dirigente Ufficio Scolastico Provinciale, Roberto Bondi, coordinatore Servizio Marconi Tecnologie della Società dell’Informazione/Ufficio Scolastico Regionale, Giacomo Cabri, dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Erika Paltrinieri, Area Formazione Scuola Confindustria Emilia Area Centro e Riccardo Righi, assessore alla Smart City del Comune di Carpi, ha poi assegnato il primo premio lo scorso 5 febbraio dopo la presentazione dei progetti con intermezzi musicali, artistici e digitali per festeggiare il grande lavoro delle scuole modenesi.
Le scuole premiate si sono aggiudicate un buono di mille euro da spendere per l’acquisto di strumenti digitali e la possibilità di accedere alla fase regionale del Premio Scuola Digitale 2019-2020 che si terrà a Modena il 10 marzo.
temponews
Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La caccia? Insegniamola a scuola

Next Article

TFA sostegno V ciclo, le Università emaneranno i bandi con data presentazione domanda e tasse da pagare

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident