TFA sostegno V ciclo, le Università emaneranno i bandi con data presentazione domanda e tasse da pagare

TFA sostegno V ciclo a.a. 2019/20: Il Ministero ha dato il via ufficiale con la pubblicazione del dm n. 95 del 12 febbraio 2020 e l’allegato con la ripartizione dei 19.585 posti. I posti sono suddivisi tra le Università che hanno validamente presentato la loro offerta formativa potenziale e hanno ricevuto l’autorizzazione.
Le Università pubblicheranno i bandi
Adesso tocca alle Università emanare i rispettivi bandi di concorso, in cui sarà indicata la data ultima per la presentazione della domanda, la tassa da pagare per accedere alle selezioni e tasse da pagare per chi le supererà.
Il tempo a disposizione non è tanto, considerato che prove sono fissate per
2 aprile mattina infanzia
2 aprile pomeriggio primaria
3 aprile mattina scuola secondaria I grado
3 aprile pomeriggio scuola secondaria II grado
I requisiti di accesso
– abilitazione specifica per la classe di concorso
– laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica,musicale e coreutica, oppure titolo equipollente ed equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso + 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche
– gli ITP insegnanti tecnico pratici accedono con il solo diploma. Leggi tutto
laurea + tre anni di servizio non è più requisito di accesso, era un requisito transitorio per l’a.a. 2018/19
N.B. La laurea deve avere tutti gli esami o CFU eventualmente richiesti dal Miur per accedere ad una delle classi di concorso dell’ordine di scuola richiesto.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nella scuola digitale i robot entrano in classe

Next Article

"Dormo a scuola: se vado a casa papà mi picchia"

Related Posts
Leggi di più

Sapienza, Bologna e Padova le tre migliori università italiane secondo la classifica Artu. Nel mondo a guidare è Harvard

Pubblicata la classifica redatta dall'University of New South Wales di Sydney che unisce in un unico indice i tre ranking mondiali più influenti: Quacquarelli Symonds (Qs), Times Higher Education (The) and the Academic Ranking of World Universities (Arwu). La prima italiana, La Sapienza di Roma, si piazza al 155esimo posto, l'ultima (il Politecnico di Torino) al 370esimo.
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.