Napoli, alla Federico II l’esame di inglese si fa con la radiolina

Napoli, Università Federico II

L’esame di inglese? Alla radiolina. Napoli: Università Federico II. Il racconto degli studenti ha davvero dell’incredibile. Un esame sostenuto grazie al solo ausilio di una radiolina perché delle casse nemmeno l’ombra.

E dire che la prova del “Listening” è una delle più temute dai ragazzi. Occorre, infatti, ascoltare perfettamente la conversazione in inglese, per poi sviluppare le domande sul foglio. Una parola distorta può causare parecchi danni.

“Abbiamo visto il professore armeggiare con una piccola radiolina, sul modello di quelle cinesi – raccontano i ragazzi. Ascoltare la conversazione in inglese da quell’apparecchio è stato davvero impossibile. In esercizi simili l’acustica è fondamentale”.

Il risultato? Nessuno dei ragazzi ha avuto il coraggio – o la voglia – di ribellarsi contro il professore. Qualcuno si è alzato ed ha abbandonato la seduta; gli altri, invece, sono rimasti, tentando la sorte.

Raffaele Nappi

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Un cocktail di enzimi per far sparire all'istante ogni sbornia

Next Article

E' boom di corsi on line iTunes U

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale