Il mistero di Ettore Majorana diventa un film doc: appuntamento al cinema con i ricercatori del Cnr

Esce nelle sale italiane da venerdì 15 aprile, distribuito da Istituto Luce-Cinecittà, “Nessuno mi troverà – Majorana Memorandum”, il film-documentario di Egidio Eronico su Ettore Majorana, il fisico italiano scomparso il 26 marzo del 1938, a soli 31 anni, senza lasciare traccia né spiegazioni. Un mistero che resta ancora tale, nonostante tante ipotesi in merito.
Considerata la statura scientifica di Majorana e, quindi, la valenza indirettamente divulgativa dell’opera, il Cnr collaborerà con il Luce accompagnando con i propri ricercatori alcune proiezioni del film in diverse città italiane. In particolare, a quella del 13 maggio, presso il cinema Massimo di Torino, sarà presente il presidente Massimo Inguscio.
“Nell’immaginario collettivo la figura di Ettore Majorana si identifica con lo stereotipo dello scienziato eccentrico, geniale, molto riservato e distaccato dalla realtà – ricorda Corrado Spinella, direttore del Dipartimento di scienze fisiche e tecnologie della materia del Consiglio nazionale delle ricerche (Dsftm-Cnr) – Eppure gli anni vissuti da Majorana sono stati, per la Fisica e per la Scienza in generale, anni di svolta nella comprensione dei meccanismi che regolano il comportamento della materia nella sua struttura più intima”.
“Insieme a Fermi, Majorana diede un contributo rilevante alle applicazioni della Fisica quantistica nella descrizione della struttura della materia e della fisica delle particelle – continua Spinella – In linea con l’eccentricità del suo personaggio, alcune sue idee portarono alla conclusione dell’esistenza di particelle elementari, i fermioni di Majorana, alle quali si continua a dare la caccia (come è stato per il bosone di Higgs). Soltanto recentemente, nel 2001, grazie a ulteriori sviluppi teorici delle idee di Majorana, si è ipotizzato che le sue ‘strane particelle’ potessero essere scovate cercando in forme speciali della materia, quelle che danno origine al fenomeno della superconduttività (la proprietà grazie alla quale un materiale può condurre corrente elettrica senza resistenza, senza dissipare energia). E a circa 80 anni dall’ipotesi dell’esistenza dei fermioni di Majorana abbiamo le prime evidenze della loro esistenza. Insomma, Majorana ci ha messo davanti a tanti misteri e sfide complesse”.
Di seguito, l’elenco delle sale in cui i ricercatori del Cnr accompagneranno la proiezione del film-doc “Nessuno mi troverà – Majorana Memorandum”:
15 aprile, Roma, cinema Farnese  – ore 19.00
Claudio Conti, direttore dell’Istituto dei sistemi complessi del Cnr
20 aprile, L’Aquila, cinema Auditorium – ore 20.30
Procolo Lucignano, ricercatore dell’Istituto superconduttori, materiali innovativi e dispositivi del Cnr
21 aprile, Milano, cinema Apollo – ore21.00
Paolo Solinas, ricercatore  dell’Istituto superconduttori, materiali innovativi e dispositivi del Cnr
22 aprile, Napoli, cinema Modernissimo – ore 20.30
Procolo Lucignano, ricercatore dell’Istituto superconduttori, materiali innovativi e dispositivi del Cnr
27 aprile, Palermo, cinema Rouge et Noir ore 20.30
Corrado Spinella, direttore del Dipartimento scienze fisiche e tecnologie della materia del Cnr
28 aprile, Catania, cinema King – ore 20.15
Corrado Spinella, direttore del Dipartimento scienze fisiche e tecnologie della materia del Cnr
29 aprile, Bologna, cinema Lumiere – ore 20.00
Alessandro Braggio, ricercatore dell’Istituto superconduttori, materiali innovativi e dispositivi del Cnr
30 aprile, Firenze, cinema Stensen – ore 18.00
Elia Strambini, ricercatore dell’Istituto nanoscienze del Cnr
4 maggio, Genova, cinema Club amici del Cinema – ore 21.00
h 21.00, Alessandro Braggio, ricercatore dell’Istituto superconduttori, materiali innovativi e dispositivi del Cnr
12 maggio, cinema Giorgione, Venezia – ore 21.00
Alessandro Braggio, ricercatore dell’Istituto superconduttori, materiali innovativi e dispositivi del Cnr
13 maggio, cinema Massimo, Torino — ore 20.30
Massimo Inguscio, presidente del Cnr

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Al via le Olimpiadi di Filosofia 2016: in gara 88 studenti delle scuole superiori

Next Article

PhD-ITalents: al via le selezioni per l'assunzione in azienda di 730 dottori di ricerca

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".