Ministero dei trasporti assume laureati con esperienza: stipendio da 4.500 euro al mese

Opportunità di lavoro per collaboratori tecnici con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il MIT ha pubblicato un bando per la creazione di graduatorie da cui attingere per collaborazioni in diversi settori: stipendi mensili da 3.000 a 4.500 euro.
Nello specifico, le risorse selezionate verranno impiegate presso la Struttura tecnica di missione per l’indirizzo strategico, lo sviluppo delle infrastrutture e l’Alta sorveglianza del Ministero dei Trasporti.
Requisiti essenziali per partecipare al bando del MIT sono: il possesso della  laurea vecchio ordinamento o laurea specialistica o magistrale secondo il nuovo ordinamento in ingegneria, architettura, informatica, economia, scienze politiche e giurisprudenza; comprovata esperienza universitaria e/o professionale; non trovarsi nei confronti dell’Amministrazione in una situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi propri, del coniuge, dei conviventi, di parenti, di affini entro il secondo grado, nonché di contenzioso.
Tre le aree in cui dovranno svolgere le loro attività i neo assunti:
Attività di Audit e monitoraggio delle infrastrutture 
– esperto di programmazione e progettazione di infrastrutture lineari di trasporto quali strade, autostrade, ferrovie, metropolitane;
– esperto di programmazione e progettazione di infrastrutture nodali quali porti, interporti, aeroporti o di componenti delle stesse;
– esperto di progettazione di strutture per le infrastrutture di trasporto, quali ad esempio ponti, viadotti, gallerie, opere di sostegno;
– esperto di programmazione e progettazione di sistemi e opere idriche;
– esperto in analisi economica e finanziaria di progetti di trasporto con riferimento alle analisi ex ante, all’analisi costi/benefici, all’analisi multicriteri e piani economico – finanziari;
– esperto in valutazione di impatto ambientale – V ASNIA delle infrastrutture e progetti di trasporto;
– esperto in project management;
– esperto informatico in gestione ed integrazione di banche dati.
Attività di pianificazione e programmazione dei trasporti
– esperto di sistemi di supporto alle decisioni e modellazione dei trasporti;
– esperto in pianificazione dei trasporti, redazione dei piani, coinvolgimento degli stakeholders nei processi decisionali ivi compresi trasporti urbani e metropolitani;
– esperto in programmazione delle reti europee TEN-T;
– esperto di programmazione di trasporto merci e logistica.
Attività di analisi, studio, ricerca e consulenza a supporto del Ministero
– esperto di normativa sugli aiuti di Stato, politiche per la concorrenza e regolazione;
– esperto in programmazione e rendicontazione fondi nazionali ed europei;
– esperto in tecnologie ITS e sistemi innovativi per le infrastrutture di trasporto;
– esperto in normativa nazionale e comunitaria in materia di costruzione e gestione delle infrastrutture di trasporto;
– esperto di finanziamento pubblico e privato di servizi e infrastrutture di trasporto, valutazione di efficacia ed efficienza della spesa;
– esperto in elaborazioni statistiche ed econometriche con particolare riferimento ai sistemi di trasporto.
Al termine del vaglio delle candidature verranno redatte due short list, una per i profili junior, l’altra per i senior. Per i primi è prevista una retribuzione di 3.000 euro al mese, ai secondi di 4.500 euro mensili.
La scadenza per partecipare alle selezioni del MIT è fissata al 15 gennaio 2016. Per maggiori informazioni consultate il sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti oppure scaricate il bando ufficiale a questo link.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

#ItaliaSicura, il governo stanzia 100 mln di euro per impianti sportivi in aree svantaggiate

Next Article

Start Up in Italia: sono oltre 5.000 e danno lavoro a giovani, donne e stranieri

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.