Ministero degli Affari Esteri: borse di studio annuali ed estive per corsi universitari in Polonia

Opportunità si studio in Polonia con le borse del Ministero degli Affari Esteri: il Mae ha pubblicato il bando per l’assegnazione di contributi utili alla frequenza di corsi universitari in Polonia.
Due le tipologie di borsa messe a disposizione: una per corsi estivi di lingua e cultura polacca; l’altra per la frequenza di corsi annuali presso una Università della Polonia.
Le borse di studio estive si rivolgono a studenti universitari in qualsiasi disciplina, con preferenza per coloro che studiano lingua e cultura polacca o slavistica. Hanno durata bimestrale e sono fruibili tra i mesi di luglio e agosto 2016. Le borse coprono il costo del corso, vitto ed alloggio presso strutture universitarie. I costi di viaggio sono a carico dei borsisti.
Le borse di studio annuali si rivolgono a cittadini italiani, laureandi o laureati in qualsiasi disciplina, in particolare in lingua e letteratura polacca o slavistica, artisti diplomati, giovani docenti e scienziati (fino ai 35 anni). E’ richiesta la conoscenza della lingua polacca o, in alternativa, quella della lingua inglese, francese, tedesca o russa. Hanno durata variabile tra un minimo di 2 e un massimo di 8 mesi; sono fruibili nel periodo che va dal 1 ottobre 2016 al 30 giugno 2017. L’importo corrisposto ai borsisti, in linea con le precedenti edizioni delle borse annuali per la Polonia, dovrebbe essere pari a 1.350 PLN.
La scadenza per presentare domanda è fissata al 23 maggio. Per maggiori informazioni consultate la pagina del Ministero degli Affari esteri dedicata alle opportunità di studio all’estero oppure quella dell’Istituto Polacco di Cultura a Roma. A questo link, invece, potete scaricare il bando ufficiale delle borse di studio in Polonia

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Onde gravitazionali: al team italiano di Virgo, il prestigioso premio per la scoperta scientifica più dirompente dell'anno

Next Article

Tasse universitarie, lo sfogo degli studenti: "Basta, intervenire subito"

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.