Meloni con Mtv per i giovani dell'Abruzzo

Il Ministero della Gioventù guidato da Giorgia Meloni ha pensato subito a rimboccarsi le maniche. Obiettivo: “Sensibilizzare il mondo giovanile nei confronti della tragedia che si sta consumando in Abruzzo e realizzare un Fondo Economico per iniziative e progetti in favore dei giovani colpiti dal terremoto”.
Così insieme a Mtv Italia il ministero ha trovato una pratica applicazione nella realizzazione di un conto corrente denominato Giovani per l’Abruzzo, destinato alla ricostruzione di una o più strutture giovanili danneggiate e rese inutilizzabili dal sisma.
La somma destinata al Fondo Giovani per l’Abruzzo sarà raccolta grazie a contributi diretti da inviare sul conto corrente intestato a PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento Gioventù – Emergenza Abruzzo, codice IBAN: IT03 F010 0503 2840 0000 0000 297
Mtv Italia offrirà, a partire da questa sera, notizie in pillole in merito al conto ‘Giovani per l’Abruzzo’ e al primo soccorso rivolte alle popolazioni terremotate. Tutte le informazioni, i numeri verdi da chiamare, le indicazioni per ospitare le famiglie in difficoltà, per la raccolta di cibo e per azioni di volontariato sono inoltre reperibili online sul sito www.mtv.it e sul sito del ministero della Gioventù, www.gioventu.it.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università distrutta, l'appello accorato di Di Orio

Next Article

Cronaca di una tragedia annunciata

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.