Maturità 2021, l’esame in poche mosse

Quest’anno l’Esame di Stato prenderà il via il 16 giugno 2021. Il colloquio verterà su un elaborato che dovrà essere trasmesso al docente tutor entro il 31 maggio 2021. I maturandi, che quest’anno saranno circa 500mila, dovranno preparare un esame, che a causa della pandemia per il secondo anno consecutivo sarà solo orale. Le attività di preparazione sono già entrate nel vivo, visto che entro il 30 aprile 2021 ogni studente ha ricevuto dal Consiglio di Classe l’argomento su cui dovrà essere incentrata la sua tesina.

Ognuno potrà produrre un testo scritto, una prova pratica o un prodotto multimediale attraverso cui dimostrare la capacità critica ed espressiva. Gli studenti avranno un mese di tempo per preparare l’elaborato personale con il supporto di un docente tutor di riferimento. La discussione finale dovrà far risaltare i contenuti appresi e rielaborati in modo originale, anche attraverso l’approccio multidisciplinare.

L’orale sarà scandito in quattro step che andranno dalla discussione di un brano in italiano, all’analisi di documenti o progetti predisposti dalla Commissione, fino al racconto della propria esperienza di alternanza scuola-lavoro. Indicazioni specifiche per ogni istituto verranno emanate dal Consiglio di Classe nel Documento del 15 maggio, che avrà quella data come scadenza.
Le conoscenze di Educazione Civica saranno trasversali alle varie fasi dell’esame.

Le novità 2021

Nella conduzione dell’esame saranno rilevanti le informazioni contenute nel Curriculum dello Studente che include le attività extrascolastiche (sport, volontariato, lingue, competenze informatiche). Inoltre, a differenza della Maturità 2020, torna l’ammissione all’esame, che sarà possibile solo con il 6 in tutte le discipline, condotta includa. L’ammissione con una insufficienza sarà possibile solo con serie motivazioni del Consiglio di Classe.
Non saranno requisito per essere ammessi all’esame l’aver svolto le prove invalsi o le ore minime di alternanza scuola-lavoro (PCTO).

Misure di sicurezza

Il governo non ha ancora definito in modo completo le misure di sicurezza per lo svolgimento dell’ Esame di Stato 2021, che dipenderanno dall’andamento della pandemia. La sanificazione dei locali e la mascherina individuale saranno sicuramente obbligatorie, ma non si è ancora deciso quanto dovrà essere la distanza di sicurezza.

Total
4
Shares
Lascia un commento
Previous Article

#Università di tendenza su Twitter: tutti ne parlano ma nessuno sa realmente perché sta succedendo

Next Article

Nel piano estate 24 mila euro a istituto. I presidi: "Dipende da quanti aderiranno"

Related Posts