Matteo, lo Zuckerberg italiano

Egominia è il nome del neonato social network di un ventenne romano, Matteo Achilli, studente del primo anno all’Università di Bocconi di Milano.

Egominia è il nome del neonato social network di un ventenne romano, Matteo Achilli studente del primo anno all’Università di Bocconi di Milano. Il professional network mette in rete i laureati con le aziende, posizionando i curricula inseriti in base a un algoritmo.

A sole due settimane dalla nascita Egomnia conta 3.000 iscritti tra cui prestigiose aziende come Ericsson e Bialetti. Iscriversi ad Egomnia è semplicissimo anche perché la veste grafica è così simile a Facebook da farci sentire subito “a casa”.

I nuovi campi da compilare sono titoli accademici, certificazioni, esperienze all’estero, tirocini e hobby.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Mafie straniere, speciale di UniSound

Next Article

Enemy graph, l'app di Facebook per i tuoi nemici

Related Posts
Leggi di più

Un lavoro da 1.250 euro al mese? I neolaureati dicono no

I dati del 26esimo rapporto di Almalaurea fotografano un cambiamento di esigenze da parte di chi si affaccia, dopo l'università, sul mercato del lavoro: non si è più disposti ad accettare stipendi non ritenuti consoni al titolo di studio ottenuto.