Made in Italy, 1421 assunzioni nei distretti dell'artigianato

Ingegneri, partiti, artigiani e addetti al controllo qualità, sono le figure ricercate dai distretti del Centro-Nord ricercati dalle agenzie per il lavoro a somministrazione come Articoli1, Orienta, Randstad e Umana. 181 posti nel settore delle concerie, pelli e cuoio; figure ricercate: modellisti, addetti al taglio, cucitori, sviluppo prodotto, modellisti Cad, magazzinieri, responsabili reparto e controllo qualità. Uno dei requisiti è la flessibilità per la disponibilità turni, retribuzione da 20mila a 40mila euro lordi l’anno. Sedi di lavoro in Toscana e Veneto. Mentre i settori ottico e calzaturiero ricercano 166 profili come addetti al fissaggio e manovia, taglio calzature, orlatrici, modellisti, controllo qualità, impiegati, sistemisti, magazzinieri, ottici, modelle e programmatori. I contratti vanno dal tempo determinato alla somministrazione, le sedi sono Grottazzolina (Fermo), Civitanova Marche (Macerata), Riviera del Brenta, Belluno e la Toscana. 
Tra il Lazio e la Lombardia sono disponibili 541 posti di lavoro nel settore meccanico e metallurgico. Ingegneri meccanici, meccatronici, gestionali, informatici, designer, controllo qualità, contabili, operai specializzati, saldatori a filo, operatori Cad/Cam, periti termotecnici e tubisti. Le retribuzioni vanno dai 17mila ai 40mila euro, le sedi: Modena, Reggio Emilia, Verona, Milano, Bergamo, Bari, Piemonta, Lombardia, Lazio e Friuli Venezia Giulia. Nel comparto orafo sono disponibili 25 posizioni come incastonatori di pietre, addetti al tornio, microfusione e pulitori con contratti a somministrazione con possibilità di assunzione diretta. Sedi di lavoro Valenza (Alessandria) e provincia di Arezzo. Mentre nel settore dell’arredamento sono ricercati 177 profili tra operai per imballaggio, autisti, magazzinieri, impiegati, addetti al taglio e ingegneri gestionali. Le sedi di lavoro sono: Prato di Pordenone, Brugnera, San Vito al Tagliamento (Pordenone), Cantù (Como). 
Nel settore chimico e alimentare sono disponibili 331 posizioni. 128 delle quali nel chimico-farmaceutico per tenici di laboratorio, controllo qualità, operai specializzati, periti chimici, assistenti di produzione, programmatori, disegnatori Cad, innovation junior project manager. Disponibili contratti a tempo determinato e indeterminato, mentre le retribuzioni vanno dai 20mila ai 35mila euro lordi l’anno. Le sedi di lavoro sono: Pomezia (Roma), Latina, Anagni (Frosinone), Milano e Liscate (Milano). Posizione aperte, poi, per 80 posti nel settore biomedicale con addetti alle presse, assemblaggio plastico, addetti sterilizzazione, controllo qualità, manutentori elettrici ed elettromeccanici. Contratti a somministrazione con possibilità di proroga, le sedi sono: Mirandola (Modena), Camerano (Ancona), Varese, Verona e Milano. Il settore alimentare, invece, mette a disposizione 123 posti come addetto al controllo qualità, manutentori meccanici, operai specializzati, addetti al confezionamento alimentare, internet sales manager, buyer e carrellista. Sedi di lavoro: Venezia, Verona, Reggio Emilia, Conegliano Veneto, Molvena (Vicenza) e Oderzo (Treviso). 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Prof assenteisti, Fedeli: "Rafforzare controlli su medici che certificano falso"

Next Article

Volontariato, sei settimane in Colombia nelle biblioteche di Medellín

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.