L'UNISU e il VCV Video Curriculum Vitae

video-curriculum.jpgNella società globalizzata del web 2.0, l’Università telematica delle Scienze Umane Unisu Niccolò Cusano “rivisita” la modalità di presentazione del proprio curriculum vitae, con il supporto delle nuove tecnologie.
Dal curriculum vitae deve emergere che il ragazzo ha personalità e che non si è limitato a seguire un percorso didattico predefinito, ma ha arricchito la sua professionalità anche nel tempo libero, tramite viaggi e corsi di formazione” dichiara Stefano Bandecchi, amministratore delegato dell’Unisu.
Un “mezzo” di comunicazione utilizzato negli Stati Uniti, come in alcuni paesi europei (Francia e Spagna per esempio) è il video curriculum. Strumento non nuovo nel panorama lavorativo, ma che ad oggi non ha avuto modo di trasformarsi in “prassi”.
L’Unisu sostiene che la realizzazione di un video curriculum permette al candidato per un posto di lavoro, di-mostrare tanto l’aspetto “tecnologico” delle proprie competenze”(capacità di creare una sorta di “mini-corto”) quanto le proprie conoscenze culturali e abilità. Per esempio, “mostrare” le capacità linguistiche e di espressione.
Inoltre, l’Ateneo digitale consiglia di usufruire dei social network e delle piattaforme di condivisone video così da contattare direttamente i responsabili aziendali delle risorse umane, favorendo in questo modo anche il passaparola online.
E’ ancora presto per affermare che stiamo assistendo ad una rivoluzione nel processo aziendale di selezione, ma sicuramente il video curriculum può contribuire all’espressione e alle potenzialità del futuro lavoratore, purché non si trasformi in un un’ulteriore spettacolalizzazione del proprio essere.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Contratti stagionali in vista del Natale

Next Article

Nuovo Ikea a Milano, si seleziona lo staff

Related Posts
Leggi di più

Napoli, nasce la Scuola dei Maestri di Strada

È un progetto sociale che mette alla prova il contratto fra le generazioni. L'inclusione sociale implica un cambiamento dell'intera struttura sociale", spiega Cesare Moreno, presidente di Maestri di Strada onlus.