Lombardia: primato di bidelli lavativi?

bidelli lombardia

Sfatato il luogo comune del Sud scansafatiche: i collaboratori scolastici di Como sono più assenteisti di quelli presenti nel meridione.
Si assentano quattro volte di più rispetto ai docenti e 20 volte di più rispetto agli altri bidelli presenti nelle scuole private.

Pare, inoltre, che il 20% di essi non possa lavorare a pieno servizio perché non può sollevare pesi o ricoprire mansioni eccessivamente stancanti.

La Lombardia possiede il primato nazionale per le assenze degli assistenti scolastici.
A Milano e Monza il numero di assenze è pari a 21 giorni all’anno. Seguono Como, con 18 assenze, e  Bergamo e Cremona, dove i bidelli rimangono a casa per 15 giorni.
“Non credo manchino le risorse. Il problema non è il numero dei lavoratori. Piuttosto, il 20% del personale è sotto-utilizzabile. Per la ridotta capacità di lavoro, non può sollevare pesi, fare pulizie, sono inabilità certificate”, ha chiarito il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale, Claudio Merletti.
AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Delitto di Udine: è giallo. Prova di guida per le studentesse

Next Article

#mobilitànuova: pendolari in protesta su Twitter

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".